Diritti di segreteria: il Vice-Segretario comunale rogante ne ha diritto anche se il Segretario appartiene alla fascia “A” o “B”

Diritti di segreteria: il Vice-Segretario comunale rogante ne ha diritto anche se il Segretario appartiene alla fascia “A” o “B”

Nella Delibera n. 49 del 12 maggio 2016 della Corte dei conti Liguria, la richiesta di parere riguarda l’eventuale applicazione agli Enti Locali dell’art. 10, comma 2-bis, del Dl. n. 90/14, convertito dalla Legge n. 114/14. In particolare, viene chiesto se il diritto alla quota dei proventi annui spettanti al Comune per i diritti di segreteria possa essere attribuita al Vice-Segretario comunale rogante, in misura non superiore a un quinto dello stipendio in godimento, come previsto dall’articolo sopra menzionato, anche nella peculiare ipotesi in cui il Segretario comunale non ne abbia invece diritto, appartenendo alla fascia “A” o “B”.

La Sezione rileva che la ratio dell’art. 10, comma 2-bis, del Dl. n. 90/14, convertito dalla Legge n. 114/14, è quella di salvaguardare l’attribuzione dei diritti di segreteria, seppure in misura ridotta rispetto al passato, a tutti i soggetti che non abbiano qualifica dirigenziale, a titolo di integrazione economica. Pertanto, sarebbe incongrua una soluzione interpretativa che faccia dipendere il diritto alla percezione dei medesimi alla sola appartenenza alla fascia “C” del Segretario titolare. Dunque, la Sezione statuisce che spettino sempre ai Vice-Segretari i diritti di segreteria nella misura prevista dall’art. 10, comma 2-bis, del Dl. n. 90/14, convertito dalla Legge n. 114/14.


Related Articles

Patto di stabilità: il mancato rispetto implica l’impossibilità di prevedere risorse aggiuntive per la Contrattazione integrativa

  Nella Delibera n. 32 del 3 febbraio 2017 della Corte dei conti Sicilia una Provincia ha chiesto se il

“Servizi Demografici”: censimento e dotazione dei dispositivi di accesso, sollecito delle attività di subentro all’Anpr

E’ stata pubblicata sul Portale informativo del Viminale – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, la Circolare n. 4

Imposta di bollo: in G.U. le specifiche sulla nuova modalità di pagamento per le “E-fatture”

Con Dm. Mef datato 28 dicembre 2018 e pubblicato sulla G.U. n. 5 del 7 gennaio 2019, è stata disciplinata