Durc on line: l’Inps comunica l’implementazione procedurale della Sezione “Consultazione”

Durc on line: l’Inps comunica l’implementazione procedurale della Sezione “Consultazione”

Con il Messaggio n. 1546 dell’8 aprile 2020, l’Inps ha comunicato l’implementazione procedurale della funzione “Consultazione” dell’Applicativo “Durc on line”.

Già con proprio precedente Messaggio n. 1374 del 25 marzo scorso, l’Istituto aveva chiarito che i “Documenti attestanti la regolarità contributiva” che riportano nel campo “Scadenza validità” una data compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020.

Con l’implementazione della funzione “Consultazione” saranno resi disponibili, sia i Durc on line in corso di validità definiti secondo le disposizioni di cui al Dm. 30 gennaio 2015 (con validità di 120 giorni dalla data della richiesta), sia quelli con scadenza nell’arco temporale tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020 per i quali opera la conservazione della validità fino al 15 giugno 2020.

L’implementazione dell’Applicativo è preordinata ad escludere la gestione manuale da parte della Struttura territoriale della trasmissione dei Durc con scadenza nell’arco temporale tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020 la cui validità è prorogata ope legis fino al 15 giugno 2020.

Pertanto, ove il Durc on line con data fine validità compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020 non sia nella materiale disponibilità dell’interessato o dei richiedenti ai quali sia stata a suo tempo notificata la formazione dell’esito positivo di regolarità, ovvero si tratti di stazioni appaltanti o di altri interessati che in precedenza non ne avevano fatto richiesta, gli stessi potranno accedere alla funzione “Consultazione” e prelevare il Documento.

I Durc on line che il Sistema, per effetto dell’implementazione, renderà disponibili sono quelli già emessi che riportano nel campo “Scadenza validità” una data compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020.

L’Inps comunica infine che nella home page del Servizio “Durc on line”, al fine di informare gli utenti, sarà inserito il seguente messaggio: “Si comunica che i Documenti attestanti la regolarità contributiva denominati ‘Durc on line’ che riportano nel campo ‘Scadenza validità’ una data compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020 conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020, come previsto dall’art. 103, comma 2, del Dl. 17 marzo 2020, n. 18. Nella funzione ‘Consultazione’, unitamente ai Documenti ‘Durc on line’ in corso di validità alla data della richiesta, sono resi disponibili anche i Documenti ‘Durc on line’ che riportano nel campo ‘Scadenza validità’ una data compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020, in attuazione del richiamato art. 103, comma 2. Le eventuali richieste per Codici fiscali per i quali sia presente un ‘Durc on line’ che riporta nel campo ‘Scadenza validità’ una data compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020 verranno annullate in automatico dal Sistema”.


Related Articles

Formazione dipendenti pubblici: se si protrae oltre orario deve essere riconosciuto lo straordinario

Il tempo dedicato alla formazione è da considerarsi a tutti gli effetti attività lavorativa e se questa si protrae oltre

Certificazione Unica: disponibile il software di compilazione

Con il Comunicato 5 febbraio 2014, l’Agenzia delle Entrate ha informato che è ora disponibile sul proprio sito il software

Riscossione dei Tributi locali: l’affidamento “in house pluri-partecipato”

Anche l’attività di accertamento, liquidazione e riscossione dei Tributi può essere gestita dai Comuni per il tramite di una Società

2 comments

Write a comment

Only registered users can comment.