Elezioni: per l’Interno le risorse per gli straordinari dei dipendenti possono essere trovate solo nell’apposito Fondo previsto dal Ccnl.

Per il lavoro straordinario che i dipendenti pubblici svolgeranno in occasione delle prossime Elezioni amministrative, i Comuni non avranno risorse aggiuntive e potranno contare solo sulle risorse di cui all’art. 14 del Ccnl. 1° aprile 2014.

A pronunciarsi in questo senso, avallando un precedente analogo parere dell’Aran (Agenzia per la Rappresentanza negoziale delle Pubbliche Amministrazioni), è stato il Ministero dell’Interno, Direzione centrale per gli Uffici territoriali del Governo e per le Autonomie locali, con un Parere datato 28 marzo 2014 – reso noto nei giorni scorsi – e indirizzato ad un Comune campano che aveva espresso le proprie difficoltà a garantire la funzionalità del Servizio elettorale per via della mancanza di adeguati mezzi economici.

Anche l’Anci si è espressa sul tema in oggetto, pubblicando a più riprese sul proprio sito dei Comunicati (il più recente è del 24 aprile 2014) con i quali ha invitato l’Aran a fornire “un urgente approfondimento” sulla questione degli oneri per i compensi da lavoro straordinario, sottolineando la preoccupazione che serpeggerebbe soprattutto “nei piccoli Comuni dove il Fondo destinato agli straordinari è estremamente esiguo per cui molti Comuni non potranno assicurare la piena funzionalità dei Servizi elettorali”.

Il Ministero ha sottolineato che, pur comprendendo le difficoltà rappresentate dall’Ente che lo ha interpellato, “si ritiene di condividere l’avviso espresso al riguardo dall’Aran, non potendosi porre a carico del bilancio del Comune oneri relativi ai compensi per lavoro straordinario da effettuarsi per le prossime consultazioni amministrative ulteriori rispetto allo stanziamento del Fondo di cui al citato art. 14”.

Il Dicastero ha spiegato che la possibilità di superare i limiti dell’art. 14 (dedicato proprio al “Lavoro straordinario”) è consentita solo laddove esista una specifica disposizione di legge che permetta all’Ente di acquisire all’esterno le risorse, “cosa – spiega la Nota – che non si verifica nel caso di consultazioni elettorali per il rinnovo degli Organi comunali, dove le spese sono poste a carico dei rispettivi bilanci”.


Tags assigned to this article:
elezionistraordinarie

Related Articles

Mercato interno dell’energia elettrica e sistemi di distribuzione chiusi: nozione, esenzioni e limiti

Corte di giustizia europea, Sez. I, 28/11/2018 n. C-262/17, C-263/17 e C-273/17 Mercato interno dell’energia elettrica- Sistemi di distribuzione chiusi

“Pcc”: nuova Circolare Mef sul rinvio al 30 giugno 2019 per la comunicazione dello stock del debito al 31 dicembre 2018

È stata pubblicata sul sito web istituzionale del Mef-Dipartimento RgS la Circolare 19 giugno 2019, n. 20, rubricata “Adempimenti relativi

Procedimenti sanzionatori: gli errori riconducibili ai soggetti che svolgono i controlli non possono ricadere sugli operatori economici

Nella Sentenza n. 13653 del 2 dicembre 2015 del Tar Lazio, i Giudici affermano che gli eventuali errori in ordine

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.