Emergenza sbarchi: vertice Anci-Interno, si va verso la replica del modello seguito nel 2014

Emergenza sbarchi: vertice Anci-Interno, si va verso la replica del modello seguito nel 2014

 

Maggior coordinamento tra Governo ed Enti Locali e conferma del modello seguito nel 2014, che punta su tre direttrici principali (predisposizione di Tavoli misti di lavoro per individuare ulteriori hub regionali per lo smistamento dei migranti verso i Comuni, allargamento del Sistema “Sprar” con la predisposizione di meccanismi incentivanti per i Comuni e aumento delle commissioni di valutazione delle domande dei richiedenti asilo): questi i nodi centrali sui cui il Presidente dell’Anci Piero Fassino e il Ministro dell’Interno Angelino Alfano hanno trovato ieri un accordo nel corso del vertice sull’emergenza sbarchi tra Enti Locali e Governo, tenutosi ieri, 7 maggio 2015, al Viminale.

Per l’Anci – si legge nel Comunicato stampa diffuso dall’Associazione sul proprio sito istituzionale – “i punti deboli sono rappresentati dall’insufficienza del numero degli hub regionali, su cui lavoreranno Comuni-Regioni e ministeri interessati per individuarne degli altri, e dai tempi di valutazione sulle domande di asilo, troppo lenti rispetto al numero dei flussi. Questi due aspetti sono fondamentali per far funzionare il sistema di accoglienza”.

Al centro della discussione ci sono state anche la contr‎arietà ad accogliere altri migranti manifestata da alcune Regioni (NdR. ad esempio la Valle d’Aosta). A questo proposito Fassino ha evidenziato che “grazie ai meccanismi incentivanti che si individueranno anche da chi oggi dice no potrà arrivare una nuova disponibilità”.

Il Comunicato conferma infine che partirà per i migranti, su base volontaria, l’avvio di modelli per lavori socialmente utili nei Comuni, le cui procedure saranno definite tramite una Circolare del Ministero dell’Interno.


Tags assigned to this article:
anciimmigrazioneministero interno

Related Articles

Ordinamento Enti Locali: Anci lancia la campagna “#liberiamoisindaci” per chiedere meno vincoli e paradossi normativi

Raccogliere contributi e proposte sottoscritte dai Sindaci italiani per “liberarli da vincoli e paradossi normativi che ingessano l’attività amministrativa nei

“Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020”: assegnazione delle risorse a ristoro dell’emergenza epidemiologica e recupero Area verde di Taranto

Sulla G.U. n. 257 del 27 ottobre 2021 è stata pubblicata la Delibera n. 49/2021 relativa al “Fondo Sviluppo e

Ripartizione del “Fondo per l’aggregazione degli acquisti di beni e servizi”: pubblicato il Decreto del Mef per l’anno 2021

Sulla G.U n. 284 del 29 novembre 2021 è stato pubblicato il Decreto 15 ottobre 2021 del Ministero dell’Economia e