Entrate tributarie: ancora in aumento quelle degli Enti territoriali, +5,8%

Prosegue l’aumento (+5,8%) delle entrate tributarie degli Enti territoriali rispetto all’anno precedente. Nel periodo gennaio-agosto 2015 sono state pari a 36.021 milioni di Euro, 1.966 milioni in più rispetto al medesimo periodo dello scorso anno.

Il confronto è influenzato, come già puntualizzato nei precedenti bollettini, dal gettito “Mini Imu” versata a gennaio 2014 ma di competenza dell’anno 2013 (art. 1, comma 5, del Dl. n. 133/13) e dal gettito Tasi 2015 (scadenza 16 giugno), pari a 2.454 milioni di Euro (+203,3%).

Per questa ultima voce la variazione positiva di +1.645 milioni di Euro è dovuta al fatto che

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Appalti: precisazioni Anac sulla decorrenza dell’obbligo di verifica dei requisiti attraverso il sistema “Avcpass”

Con il Comunicato del 22 ottobre 2014, pubblicato sul proprio sito istituzionale dell’Authority, il Presidente dell’Anac ha fornito dei chiarimenti relativi

“Definizione agevolata delle controversie tributarie-bis”: Comunicato dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione su modulistica e scadenze

L’Agenzia delle Entrate-Riscossione, con il Comunicato-stampa 26 ottobre 2017 pubblicato sul proprio sito web istituzionale, ha fornito alcune precisazioni in

Appalti: l’affidamento diretto non è consentito se la situazione di urgenza è imputabile all’Amministrazione

Non muta l’orientamento giurisprudenziale in materia di affidamenti diretti senza gara: questi sono consentiti infatti solo negli strettissimi casi previsti