Esame rendiconti e misure correttive

Esame rendiconti e misure correttive

Nella Delibera n. 106 del 1° ottobre 2021 della Corte dei conti Lazio, a seguito dell’esame dei rendiconti degli esercizi 2014-2019 di un Comune, sulla base delle relazioni-questionario trasmesse dall’Organo di revisione e della documentazione acquisita in via istruttoria, la Sezione, in relazione alle criticità finanziarie accertate, richiede all’Ente di adottare idonee misure correttive, provvedendo, in particolare:

  • alla corretta determinazione e gestione della cassa vincolata in conformità ai Principi in tema di armonizzazione contabile di cui al Dlgs. n. 118/2011;
  • al costante monitoraggio della mole di residui attivi e passivi, adottando ogni misura utile a migliorare l’efficienza sia della riscossione delle entrate, sia del pagamento dei residui passivi, assicurando, altresì, il rispetto della normativa in tema di pagamento dei debiti commerciali;
  • a verificare, in sede di approvazione del rendiconto, la corretta quantificazione del Fondo crediti dubbia esigibilità e del “Fondo contenzioso” in conformità ai Principi contabili e, in generale, delle altre quote da accantonare, vincolare e destinare ad investimenti nel rendiconto di gestione.

Inoltre, viene disposto l’invio alla Sezione, entro il 31 gennaio 2022, di apposita relazione, asseverata dall’Organo di revisione dell’Ente, in ordine all’evoluzione delle criticità accertate e alle misure correttive all’uopo attivate, con particolare riguardo alla composizione del risultato di amministrazione del rendiconto 2020.


Related Articles

Legge di Bilancio 2018: ancora “fumata nera” in Conferenza Unificata

Dopo le sedute del 9 e del 16 novembre scorso, anche nella riunione del 23 novembre la Conferenza Unificata ha

Nullità di clausole di prelazione in favore di soci in Società mista

Tar Veneto, Sezione I, Sentenza 29 gennaio 2020 n. 98 Sulla mancata allegazione dello schema di statuto al disciplinare di

Ricorso a convenzioni Consip: rafforzato l’obbligo per energia elettrica, gas, combustibili per riscaldamento e telefonia fissa e mobile 

L’art. 1, comma 262, del “Ddl. Stabilità 2016” rafforza l’obbligo della centralizzazione degli acquisti per energia elettrica, gas, carburanti rete

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.