Fallimenti: può il Comune proporre domanda di insinuazione tardiva per recuperare i propri crediti Imu?

Fallimenti: può il Comune proporre domanda di insinuazione tardiva per recuperare i propri crediti Imu?

Il testo del quesito:

Il Concessionario dell’attività di accertamento tributi per conto del Comune ha emesso 2 avvisi di accertamento Imu, notificati a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento rispettivamente a febbraio e a luglio del 2014. Il contribuente non ha eseguito il pagamento nei termini e, quindi, è stato inoltrato un sollecito di pagamento relativo al primo avviso notificato, a mezzo raccomandata rifiutata dal destinatario. Successivamente è stato inoltrato un ulteriore sollecito, anch’esso a mezzo raccomandata, nel gennaio del 2015.

Nel corso dell’espletamento delle procedure di riscossione coattiva è emerso che il contribuente risulta fallito dal maggio 2014.

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Contratti decentrati integrativi: sono illegittimi se prevedono progressioni economiche orizzontali “a pioggia”

La Sentenza n. 2 del 19 gennaio 2015 della Corte dei conti Sardegna ha ad oggetto un caso di contratti

Subappalto e subcontratto: quali le differenze ? E’ possibile il pagamento diretto anche al subcontraente e quale regime fiscale deve applicare ?

Testo del quesito: “Subappalto e sub-contratto: quali sono le differenze ed in quali casi è possibile il pagamento diretto al

Tari: i Comuni possono ridurre le tariffe per le imprese che donano alimenti ai bisognosi

I Comuni possono decidere di ridurre le tariffe relative alla Tassa sui rifiuti per le “utenze non domestiche relative ad