Farmacie comunali: per le buste ecocompatibili quale aliquota Iva applicare?

Farmacie comunali: per le buste ecocompatibili quale aliquota Iva applicare?

Il quesito:

Ho bisogno di un consiglio per il prezzo da stabilire e di indicazioni per la gestione rispetto all’Iva delle buste ecocompatibili utilizzate nella Farmacia comunale: l’aliquota Iva è del 22%?

 

La risposta dei ns. esperti:

Come noto, l’art. 9-bis del Dl. n. 91/17, convertito dalla Legge n. 123/17 (c.d. “Dl. Mezzogiorno”), in vigore dal 1° gennaio 2018, ha previsto al comma 5 che “ …le borse di plastica in materiale ultraleggero non possono essere distribuite a titolo gratuito e a tal fine il prezzo di vendita per singola unità deve risultare dallo scontrino o fattura d’acquisto delle merci o dei prodotti imballati per il loro tramite …”.

In ragione di ciò, il registratore di cassa deve consentire la produzione di uno scontrino che evidenzi il prezzo di vendita, comprensivo di Iva, della busta, pena una sanzione anche rilevante (“… sanzione amministrativa pecuniaria da 2.500 a 25.000 Euro …”).

Non è previsto un prezzo specifico per le buste; nel Settore della grande distribuzione (supermercati) questo si attesta tra 1 e 2 centesimi.

Relativamente all’aliquota Iva da applicare alla vendita delle buste, si tratta di imballaggi per cui è possibile richiamare l’art. 13, comma 1, del Dpr. n. 633/72, ossia la norma che prevede l’applicazione, ai beni e servizi “accessori”, che non possiedono quindi una loro autonomia, della medesima aliquota prevista per il bene o servizio principale.

Tuttavia, trattandosi di imballaggi particolari, in cui i prodotti ivi inseriti ed acquistati possono essere eterogenei e quindi rientrare in aliquote Iva diverse, riteniamo corretta l’applicazione dell’aliquota Iva ordinaria del 22%, risultando difficile e diseconomico distinguere la quota parte di spesa della busta riferita ai vari beni acquistati con diverse aliquote.

di Francesco Vegni

 


Related Articles

Cassa Depositi e Prestiti: al via la rinegoziazione dei mutui contratti da Province e Città metropolitane

Con un Comunicato del 5 aprile 2016, la Cassa Depositi e Prestiti ha annunciato l’avvio di una nuova operazione di

Incentivo alla progettazione: applicazione delle disposizioni del Dl. n. 90/14 alle opere avviate prima della sua entrata in vigore

Nella Delibera n. 300 del 13 novembre 2014 della Corte dei conti Lombardia, la Sezione si esprime su una richiesta

Tributi locali: nuovi codici-tributo per i versamenti di Icp, Dpa e Cimp tramite Modello “F24”

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 137/E dell’8 novembre 2017, ha istituito nuovi codici-tributo per effettuare, tramite Modello “F24”,