Fattura elettronica negli appalti pubblici: definite le regole tecniche da applicare dal 18 aprile 2020 secondo gli standard europei

Fattura elettronica negli appalti pubblici: definite le regole tecniche da applicare dal 18 aprile 2020 secondo gli standard europei

L’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento 18 aprile 2020, ha definito le regole tecniche “Cius” (“Core invoice usage specification”) e le modalità applicative nel contesto nazionale italiano per la fatturazione elettronica negli appalti pubblici, di cui al Dlgs. n. 148/2018.

La “Cius” per la fatturazione elettronica nell’ambito degli appalti pubblici dello Stato italiano è definita nelle specifiche tecniche allegate al Provvedimento in commento.

Le fatture elettroniche che non rispettano le restrizioni definite nella “Cius” sono oggetto di scarto e, pertanto, si considerano non emesse.

Le regole del processo di fatturazione elettronica verso

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Servizi Demografici”: il cognome della madre, ove attribuito, segue quello paterno

Nel caso in cui dei neogenitori optino per il doppio cognome, cogliendo l’opportunità aperta dalla Sentenza della Corte Costituzionale n.

Attività florovivaistica: la Tia è dovuta solo per i locali adibiti a vendita ed esposizione dei prodotti

Nell’Ordinanza n. 18498 del 26 luglio 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono sull’applicazione della Tia

Revisori Enti Locali: si cambia ancora in Sicilia, il limite degli incarichi che ogni professionista può assumere passa a 8

Passa da 2 a 8 il numero complessivo degli incarichi che possono essere assunti da ogni singolo Revisore dei conti

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.