Finanza locale: perfezionato il Decreto di ripartizione tra i Comuni del contributo di 530 milioni di Euro

Finanza locale: perfezionato il Decreto di ripartizione tra i Comuni del contributo di 530 milioni di Euro

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha comunicato il 26 ottobre 2015 sul proprio sito che è stato perfezionato il Decreto recante “Attribuzione ai Comuni e ripartizione del contributo di 530 milioni di Euro in relazione ai gettiti standard ed effettivi dell’Imu e della Tasi e della verifica del gettito per l’anno 2014, ai sensi dell’art. 8, comma 10, del Dl. 19 giugno 2015, n. 78”.

È stato confermato l’Elenco delle attribuzioni già anticipato nel Comunicato 27 luglio 2015 al fine di agevolare gli Enti ancora in fase di predisposizione del bilancio di previsione 2015.

La quota di 472,5 milioni di Euro del contributo complessivo di 530 milioni è stata attribuita a ciascun Comune tenendo conto dei gettiti dell’Imu e Tasi, mentre i restanti 57,5 milioni di Euro sono stati ripartiti tenendo conto della verifica del gettito Imu dei terreni montani.

La Direzione centrale precisa che le quote di contributo attribuite potranno essere corrisposte soltanto dopo che le risorse saranno rese disponibili sul capitolo di spesa del Ministero dell’Interno.

Inoltre, le somme spettanti a ciascun Ente non dovranno essere considerate tra le entrati finali rilevanti ai fini del Patto di stabilità interno, di cui all’art. 31, comma 3, della Legge n. 183/11.


Related Articles

“Fondo sperimentale di riequilibrio”: ripartite tra Città metropolitane e Province le risorse 2017

Con il Comunicato 13 agosto 2018, il Ministero dell’Interno-Direzione centrale della Finanza locale, ha reso noto che, con Dm. 10

Imu terreni agricoli 2014: diffuse le metodologie per la verifica del gettito

  Lo scorso 22 luglio 2015 con proprio comunicato il Mef ha reso noto l’ulteriore differimento del termine per l’approvazione

Fatturazione elettronica: una Circolare dell’Agenzia delle Entrate ne riepiloga le caratteristiche e le modalità di utilizzo

L’Agenzia delle Entrate – Direzione centrale Normativa, con la Circolare n. 18/E del 24 giugno 2014, avente ad oggetto “Ulteriori