Finanziamenti Enti Locali: Cassa Depositi e Prestiti fissa le scadenze per concessioni ed erogazioni dei mutui

Finanziamenti Enti Locali: Cassa Depositi e Prestiti fissa le scadenze per concessioni ed erogazioni dei mutui

Con il Comunicato 13 novembre 2019, la Cassa Depositi e Prestiti ha reso noti modalità e termini riguardanti le richieste di nuovi finanziamenti, le proposte contrattuali, le domande di erogazione o di diverso utilizzo e alcune precisazioni circa l’incasso delle rate. In particolare, la Cassa ha fissato un calendario al fine di ottimizzare la gestione dei prestiti agli Enti Locali.

Secondo quanto indicato nel Comunicato, le richieste di nuovi finanziamenti – che dovranno esser complete di tutta la documentazione prevista, sia per quanto riguarda i vari tipi di prestiti di scopo, sia per le anticipazioni sul “Fondo demolizioni opere abusive” che per le anticipazioni sul “Fondo rotativo per la progettualità” – dovranno essere trasmesse entro il 17 dicembre 2019.

Le proposte contrattuali da trasmettere (corredate dei documenti di garanzia, nonché degli altri documenti che potrebbero esser allegati nella “Comunicazione di fine istruttoria”), dovranno pervenire tempestivamente entro le ore 12:00 del 28 dicembre 2019.

Per quanto attiene le richieste di erogazione dei prestiti degli Enti Locali, al fine di poterle evadere con data valuta beneficiario fissata entro il mese di dicembre 2019, dovranno pervenire entro l’11 dicembre 2019.

Il Comunicato in oggetto inoltre fissa, per gli incassi delle rate dei prestiti in scadenza al 31 dicembre 2019, l’invio delle disposizioni di addebito diretto sui conti correnti con data regolamento 31 dicembre 2019.

Stessa modalità per quanto riguarda le anticipazioni di liquidità concesse in base all’art. 1, commi da 849 a 857, della Legge 30 dicembre 2018 n. 145, per le quali l’Istituto procederà con l’invio delle disposizioni di addebito diretto sui conti correnti con data del regolamento 30 dicembre 2019.

Le richieste per diverso utilizzo dei prestiti subiranno un rallentamento durante la fase istruttoria per dare priorità al perfezionamento delle domande di finanziamento.


Related Articles

Società “in house” e prorogatio: disciplina normativa e nuove prospettive

È curioso come la Società “in house providing”, “recente” sedimento del diritto unionale europeo, sia destinata in queste poche righe

Tari: diramate dall’Arera le nuove modalità di determinazione dei costi

È stato pubblicato sul sito web istituzionale dell’Arera (“Autorità di regolazione per energia reti e ambiente”) il Documento n. 351/2019/Rif

Le dichiarazioni non veritiere sui titoli posseduti non sempre giustificano l’esclusione da una graduatoria

È purtroppo noto che le Pubbliche Amministrazioni “fanno fatica” ad effettuare i controlli sulle dichiarazioni sostitutive di certificazione e su

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.