Fornitura di banche-dati elettroniche: l’aliquota Iva è quella ordinaria in quanto non trattasi di prodotti editoriali

Fornitura di banche-dati elettroniche: l’aliquota Iva è quella ordinaria in quanto non trattasi di prodotti editoriali

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 69 del 1° marzo 2019, ha chiarito che la fornitura di banche-dati elettroniche non può beneficiare dell’aliquota Iva agevolata del 4% prevista per la vendita e alla distribuzione elettronica di prodotti editoriali dal n. 18) della Tabella A, Parte II, allegata al Dpr. n. 633/1972, in quanto trattasi di prodotti non aventi le caratteristiche di quelli previsti in tale norma.

Nel caso di specie, la Società istante offre ai propri clienti un servizio di “banche-dati elettroniche e servizi di editoria il cui accesso avviene per via telematica e che

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Cassazione: sono utilizzabili i questionari inviati dalle Entrate se non presentati perché in possesso dell’Inps

Nella Sentenza n. 22946 del 29 ottobre 2014 la Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso proposto dall’Agenzia delle Entrate,

Mef, cade dopo 15 anni il segreto bancario in Europa

Con un Comunicato pubblicato il 15 ottobre 2014 sul proprio sito, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha annunciato che

Contrasto all’evasione fiscale: gli indirizzi dell’Agenzia delle Entrate per il 2014

Con la Circolare n. 25/E, del 6 agosto 2014, l’Agenzia delle Entrate ha fornito, come ogni anno, gli indirizzi operativi

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.