“G7”: immigrazione, crisi economica e lotta alle frodi fiscali al centro del vertice giapponese

“G7”: immigrazione, crisi economica e lotta alle frodi fiscali al centro del vertice giapponese

Favorire la crescita economica, contrastare fenomeni di frode ed elusione fiscale e individuare risposte, a lungo termine, per gestire i flussi migratori. Questi i temi che sono stati al centro dell’incontro dei Ministri delle Finanze dei Paesi del “G7”, tenutosi il 21 maggio 2016 in Giappone e che ha visto, per l’Italia, la partecipazione del titolare del Dicastero dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan.

A fare da cornice al vertice è stata Sendai, uno dei luoghi simbolo del terremoto del 2011. Presenti, oltre al Ministro italiano, rappresentanti di Canada, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti, e in qualità di ospiti, rappresentanti del Fondo monetario internazionale, della Banca Mondiale e dell’Ocse.

Complessivamente, il quadro emerso dal confronto è stato piuttosto positivo. Tuttavia, i membri hanno evidenziato il fatto che l’attuale ritmo di crescita globale non è ancora soddisfacente.

Il Ministro Padoan ha sottolineato l’importanza della liberalizzazione delle attività economiche per favorire la ripresa degli scambi tra le aree commerciali del mondo e in particolare l’urgenza di procedere alla integrazione delle attività nell’ambito del mercato unico dell’Unione Europea. “L’evidenza storica ci insegna che l’integrazione ha favorito l’aumento degli scambi e di conseguenza la crescita economica – ha dichiarato il Ministro – In Europa c’è ancora molto lavoro da fare in questa direzione e molto valore potenziale da mettere a frutto per il benessere dei cittadini”.

Quanto al tema immigrazione, stando a quanto riferito in una Nota dal Mef, “a tutti appare evidente che una soluzione strutturale può essere conseguita soltanto creando condizioni di vita sicure nei paesi d’origine”.


Related Articles

Farmacia: approvazione della Pianta organica

Nella Sentenza n. 3436 del 1° giugno 2020 del Consiglio di Stato, i Giudici chiariscono che la scelta del Legislatore

Iva: sono soggetti i “contributi” versati ad una Associazione da parte degli Enti Locali associati per prestazioni di servizi erogate agli stessi

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta n. 576 del 30 agosto 2021, ha fornito chiarimenti in ordine al trattamento Iva applicabile ai contributi

“Irpef”: detraibili le spese veterinarie certificate da scontrino “parlante”

Con la Risoluzione n. 24/E del 27 febbraio 2017, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla detrazione ai