Gare d’appalto: se il criterio scelto è l’offerta economicamente più vantaggiosa alla Commissione spetta l’attività valutativa

Gare d’appalto: se il criterio scelto è l’offerta economicamente più vantaggiosa alla Commissione spetta l’attività valutativa

Il Consiglio di Stato, con la Sentenza n. 5760 del 21 novembre 2014, si esprime sull’attività valutativa della Commissione in una gara d’appalto per la cui aggiudicazione è stato prescelto il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. I Giudici ribadiscono l’orientamento dominante nella giurisprudenza, in base al quale la competenza esclusiva della Commissione in una gara d’appalto per la cui aggiudicazione è stato prescelto il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa è l’attività valutativa, mentre ben possono essere svolte dal Responsabile unico del procedimento quelle attività che non implicano l’esercizio di poteri valutativi, tanto in ragione delle previsione generale contenuta nell’art. 10, comma 2, del Dlgs. n. 163/06, che affida al Responsabile unico del procedimento lo svolgimento di tutti i compiti relativi alle procedure di affidamento, non specificamente attribuiti ad altri organi o soggetti.


Tags assigned to this article:
commissioneConsiglio di Statogara

Related Articles

Commissioni di gara: nelle more dell’istituzione dell’Albo è possibile nominare i componenti interni

Nella Delibera n. 898 del 17 ottobre 2018 dell’Anac, viene chiesto un parere riguardante l’illegittimità della nomina dei membri di

“Conferenza unificata”: in G.U. l’Intesa relativa alla disciplina unitaria in materia di fiere

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 52 del 4 marzo 2014 il Documento con il quale è stata sottoscritta l’Intesa

Spesa per assunzioni flessibili: limite non derogabile in presenza di spesa storica esigua

Nella Delibera n. 189 del 7 giugno 2018 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha chiesto un parere in