Gonfaloni pubblicitari: il Tar Toscana “boccia” il divieto all’utilizzo di questo mezzo introdotto da un Comune

Gonfaloni pubblicitari: il Tar Toscana “boccia” il divieto all’utilizzo di questo mezzo introdotto da un Comune

Nella Sentenza n. 1481 del 6 novembre 2015 del Tar Toscana, la vicenda controversa prende le mosse da una Sentenza, resa su 3 ricorsi riuniti proposti da 3 Imprese, con cui è stato disposto l’annullamento del “Piano generale degli impianti pubblicitari” di un Comune toscano approvato con Delibera consiliare. La Sentenza, all’esito di consulenza tecnica d’ufficio, ha anche statuito che l’apposizione dei gonfaloni pubblicitari ai pali della pubblica illuminazione è pericolosa per la loro stabilità. All’indomani della pubblicazione della Sentenza, le Imprese suddette hanno presentato al Comune diverse istanze per essere autorizzate all’apposizione dei gonfaloni in diversi punti della Città e l’Amministrazione, dopo avere in un primo tempo rilasciato le autorizzazioni richieste sotto condizione di assunzione di responsabilità da parte dei richiedenti, ha poi iniziato a subordinarle ad una verifica tecnica, a carico dei richiedenti medesimi, sulla stabilità di ogni singolo palo interessato.

I Giudici osservano che la collocazione di mezzi pubblicitari lungo le strade (o in vista di esse) è soggetta ad autorizzazione da parte dell’Ente proprietario della strada e all’interno dei centri abitati dei Comuni. I Giudici toscani rilevano che l’art. 47 del Dpr. n. 495/07 non fa espresso riferimento al gonfalone come tipologia di mezzo pubblicitario che, pertanto, non potrebbe comunque essere assentito. La norma prende in esame piuttosto “striscione, locandina e stendardo”, definendoli come “elemento bidimensionale realizzato in materiale di qualsiasi natura, privo di rigidezza, mancante di una superficie di appoggio o comunque non aderente alla stessa”.

Il concetto di gonfalone, a giudizio dei Giudici, rientra in questa definizione e in particolare in quella di stendardo. Non esiste quindi un divieto generalizzato all’utilizzo di detto mezzo pubblicitario, come pretenderebbe l’Amministrazione, poiché il gonfalone può essere ricondotto alla categoria dello “stendardo”.

Sentenza n. 1481 del 6 novembre 2015 – Tar Toscana


Related Articles

Piano “Destinazione Italia”: in G.U. la Legge n. 9/14 di conversione con modificazioni del Dl. n. 145/13

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 43 del 21 febbraio 2014 ed è in vigore dallo stesso giorno la Legge

Organi di revisione Enti Locali: invio telematico delle Relazioni sul bilancio di previsione 2021-2023

Con la Delibera n. 2/2021 della Corte dei conti, Sezione Autonomie, sono state approvate le Linee di indirizzo cui devono

Riscossione: cartella di pagamento nulla se motivazione equivoca

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 1952 del 4 febbraio 2015 ha affermato la nullità della cartella di