Ici: carattere di ruralità

Ici: carattere di ruralità

Nella Sentenza n. 5319 del 22 febbraio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità statuiscono che, in tema di Ici, per la dimostrazione della ruralità dei fabbricati, ai fini del trattamento esonerativo, è rilevante l’oggettiva classificazione catastale con attribuzione della relativa Categoria (“A/6” o “D/10”), per cui l’immobile che sia stato iscritto come “rurale”, in conseguenza della riconosciuta ricorrenza dei requisiti previsti dall’art. 9 del Dl. n. 557/1993, convertito con modificazioni dalla Legge n. 133/1994, non è soggetto all’Imposta, ai sensi dell’art. 23, comma 1-bis, del Dl. n. 207/2008, convertito con modificazioni dalla Legge n. 14/2009, e dell’art. 2, comma 1, lett. a), del Dlgs. n. 504/1992. Sicché, qualora l’immobile sia iscritto in una diversa Categoria catastale, è onere del contribuente che pretenda l’esenzione dall’Imposta impugnare l’atto di classamento per la ritenuta ruralità del fabbricato, restandovi altrimenti quest’ultimo assoggettato. Allo stesso modo, il Comune deve impugnare autonomamente l’attribuzione della Categoria catastale “A/6” o “D/10”, al fine di poter legittimamente pretendere l’assoggettamento del fabbricato all’Imposta.


Related Articles

Ici: il requisito motivazionale dell’avviso di accertamento

Nella Sentenza n. 8372 del 27 aprile 2016, la Corte di Cassazione afferma che, in tema d’Ici, l’obbligo motivazionale dell’accertamento

Imu: legittime esenzioni e detrazioni nei Comuni montani per i terreni agricoli

Nella Sentenza n. 17 del 2 febbraio 2018 della Corte Costituzionale, oggetto del presente elaborato viene trattata la questione di

Accertamento tributario: la Cassazione torna sul tema della notifica dell’avviso di giacenza

Nella Sentenza n. 15834 del 23 giugno 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono sulla notifica

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.