Il Comune non può concedere lo scomputo degli oneri di costruzione in sede di Convenzione con il privato

Il Comune non può concedere lo scomputo degli oneri di costruzione in sede di Convenzione con il privato

Nella Delibera n. 130 del 12 giugno 2020 della Corte dei conti Abruzzo, viene chiesto un parere sulla possibilità di scomputare, oltre agli oneri di urbanizzazione, anche il costo di costruzione che il privato dovrà versare al fine di contribuire alla realizzazione delle opere di urbanizzazione. La Sezione afferma che è da escludere che il Comune possa concedere, in sede di Convenzione con il privato, lo scomputo degli oneri di costruzione. La Sezione rileva che, partendo dalla considerazione che il Legislatore non prevede la possibilità di scomputare anche il costo di costruzione ma i soli oneri di urbanizzazione, sottolinea che il mancato espresso divieto non assume un rilievo decisivo in quanto, “allorché il Legislatore detta una disciplina per una specifica fattispecie, ciò conduce implicitamente ad escluderne l’applicazione anche ad altre e diverse ipotesi non menzionate”.


Related Articles

“Sindaci a Montecitorio”: Boldrini, “quella di oggi non resti operazione una tantum ma il primo di regolari appuntamenti”

“Lo scopo di questo incontro è aprire l’istituzione parlamentare a un rapporto più stretto con il territorio”. Così la Presidente

Aggiudicazione appalto: il ricorso al Tar relativo alla legittimità del contratto di avvalimento non deve essere notificato all’impresa ausiliaria

Quando la partecipazione in gara di un’impresa che si è avvalsa dei requisiti di un’altra impresa ai fini della qualificazione

Responsabilità: condanna dell’Avvocato comunale per errori commessi nel seguire un caso di richiesta danni per un incidente stradale

Corte dei conti – Sezione giurisdizionale regionale per la Sardegna – Sentenza n. 13 del 24 gennaio 2014 Oggetto Condanna

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.