Immobile da adibire a Caserma dei Carabinieri: acquisto e gestione

Immobile da adibire a Caserma dei Carabinieri: acquisto e gestione

Nella Delibera n. 79 del 10 settembre 2020 della Corte dei conti Liguria,un Sindaco chiede un parere in merito all’acquisto e alla gestione di un immobile da adibire a Caserma dei Carabinieri.

La Sezione osserva che in base all’art. 57, comma 2, lett. f), del Dl. n. 124/2019, a decorrere dall’anno 2020, gli Enti Locali non sono più soggetti alle limitazioni concernenti le operazioni di acquisto di immobili poste dall’art. 12, comma 1-ter, del Dl. n. 98/2011. L’art. 1, comma 439, della Legge n. 311/2004, come modificato dall’art. 3, comma 2-bis, del Dl. n. 95/2012, prevede espressamente la facoltà per i Comuni di concedere alle Amministrazioni dello Stato, per le finalità istituzionali di queste ultime, l’uso gratuito di immobili di loro proprietà.

Inoltre, la medesima disposizione, considerata in combinato con il comma 4-bis del medesimo art. 3, del Dl. n. 95/2012 (inserito dall’art. 1, comma 500, della Legge n. 208/2015), secondo cui i Comuni territorialmente interessati possono contribuire al pagamento del canone di locazione relativo alle caserme delle Forze dell’Ordine ospitate presso proprietà private implica anche la possibilità che tali Enti possano concedere in locazione ad Amministrazioni dello Stato propri immobili con l’indicata destinazione d’uso a canone agevolato.

Un Comune può esplicare le potestà amministrative e gli spazi di autonomia contrattuale riconosciuti dalle sopra menzionate disposizioni con la finalità di perseguimento del “bene” della Sicurezza pubblica e, perciò, anche per garantire il mantenimento di una Caserma dei Carabinieri entro il proprio territorio.


Related Articles

L’aggiornamento delle “Linee guida” Anac n. 3: ancora novità per i Rup

Dopo circa un anno dall’approvazione delle “Linee guida n. 3” emanate da Anac per regolamentare la (difficile) funzione del Rup

“Servizi Demografici”: pubblicato l’Avviso per i corsi di abilitazione per Ufficiali di Stato civile

  Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per i Servizi Demografici, con la Circolare n. 5 del 11 febbraio 2014,

“Spending review”: no all’erogazione di somme per sponsorizzare una squadra, anche se pattuite per valorizzare l’immagine dell’Ente

Tar Sardegna, Sentenza n. 1023 del 23 settembre 2015 Nella controversia in questione, una Società calcistica stipula con un’Agenzia regionale

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.