Immobili edilizia residenziale pubblica: esenti Ici se si prova il fine assistenziale e il mancato tentativo di realizzare profitto

Immobili edilizia residenziale pubblica: esenti Ici se si prova il fine assistenziale e il mancato tentativo di realizzare profitto

Nella Sentenza n. 21222 del 13 settembre 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono sull’imponibilità Ici degli immobili di edilizia residenziale pubblica. La Suprema Corte chiarisce che, in tema d’Ici, la concessione all’Iacp di aree espropriate dai Comuni per la realizzazione di programmi di edilizia residenziale pubblica ai sensi dell’art. 10 della Legge n. 167/62, come sostituito dall’art. 35 della Legge n. 865/71, attribuisce al medesimo Iacp il diritto di superficie, ovvero le facoltà ad esso riconducibili, sulle aree su cui il Concessionario costruisce gli alloggi di edilizia economica e popolare, e rende quindi quest’ultimo soggetto

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Servizio di “Refezione scolastica”: legittimo richiedere un Centro di cottura come requisito di esecuzione del contratto

Nella Delibera n. 116 del 10 febbraio 2021 dell’Anac,una Società chiede un parere sulla legittimità della lex specialis di gara

Immobili occupati: la Direttiva del Viminale sugli sgomberi alla luce del “Decreto Sicurezza urbana”

Ricognizione degli immobili inutilizzati presenti sul territorio nazionale, sia di proprietà pubblica che privata, vigilanza più serrata al fine di

Riscossione: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sulle disposizioni introdotte dal Decreto “Rilancio”

E’ stata pubblicata sul sito web istituzionale dell’Agenzia delle Entrate la Circolare 20 agosto 2020 n. 25/E, rubricata “Decreto-legge 19