Imposta di soggiorno: l’omissione di versamento da parte dell’albergatore configura reato di peculato

Imposta di soggiorno: l’omissione di versamento da parte dell’albergatore configura reato di peculato

Nella Sentenza n. 32058 del 17 maggio 2018 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda un albergatore che ha omesso di riversare l’Imposta di soggiorno al Comune. La Suprema Corte rileva che la disciplina dell’Imposta di soggiorno è contenuta nell’art. 4 del Dlgs. n. 23/2011, come da ultimo modificato ed integrato dall’art. 33, della Legge n. 221/2015. L’Imposta di soggiorno propriamente denominata è esclusivamente quella individuata dall’art. 4, comma 1 del Dlgs. n. 23/2011, il quale dispone che “i Comuni capoluogo di Provincia, le Unioni di Comuni nonché i Comuni inclusi negli elenchi regionali delle località turistiche o

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Ici: soggettività passiva beni oggetto di sequestro in pendenza di procedura espropriativa

Nella Sentenza n. 22216 del 30 ottobre 2015 della Corte di Cassazione, la Suprema Corte ha rilevato che il soggetto

Imu: Imposta dovuta dal titolare del diritto di abitazione

Nella Sentenza n. 103 del 7 aprile 2017 della Ctp Reggio Emilia, un Comune ha accertato l’Imposta dovuta a titolo

Affidamento diretto di “servizi pubblici locali” e “strumentali”: le Direttive del Parlamento europeo sul Modello “in-house providing”

Nell’ambito dei modelli di gestione dei “servizi pubblici locali” e dei “servizi strumentali”, l’istituto dell’affidamento diretto è ammissibile solo nel

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.