Imu e Tasi: fissati i coefficienti di aggiornamento dei fabbricati del Gruppo catastale “D” per il 2017

Imu e Tasi: fissati i coefficienti di aggiornamento dei fabbricati del Gruppo catastale “D” per il 2017

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento delle Finanze, ha diffuso sul proprio sito istituzionale il Dm. 14 aprile 2017 relativo all’aggiornamento dei coefficienti dei fabbricati appartenenti al Gruppo catastale “D” per l’anno 2017.

Il Decreto, attualmente in attesa di pubblicazione in G.U., stabilisce che, agli effetti dell’applicazione dell’Imposta municipale propria (Imu) e del Tributo per i servizi indivisibili (Tasi) dovuti per l’anno 2017, per la determinazione del valore dei fabbricati di cui all’art. 5, comma 3, del Dlgs. n. 504/92, i coefficienti di aggiornamento sono stabiliti nelle seguenti misure:

per l’anno 2017 = 1,01        per l’anno 2016 = 1,01           per l’anno 2015 = 1,01

per l’anno 2014 = 1,01        per l’anno 2013 = 1,02           per l’anno 2012 = 1,04

per l’anno 2011 = 1,07        per l’anno 2010 = 1,09           per l’anno 2009 = 1,10

per l’anno 2008 = 1,14        per l’anno 2007 = 1,18           per l’anno 2006 = 1,21

per l’anno 2005 = 1,25        per l’anno 2004 = 1,32           per l’anno 2003 = 1,37

per l’anno 2002 = 1,42        per l’anno 2001 = 1,45                       per l’anno 2000 = 1,50

per l’anno 1999 = 1,52        per l’anno 1998 = 1,54           per l’anno 1997 = 1,58

per l’anno 1996 = 1,63        per l’anno 1995 = 1,68                       per l’anno 1994 = 1,73

per l’anno 1993 = 1,77        per l’anno 1992 = 1,78           per l’anno 1991 = 1,82

per l’anno 1990 = 1,91        per l’anno 1989 = 1,99           per l’anno 1988 = 2,08

per l’anno 1987 = 2,25        per l’anno 1986 = 2,43                       per l’anno 1985 = 2,60

per l’anno 1984 = 2,77        per l’anno 1983 = 2,94           per l’anno 1982 e precedenti = 3,12.

 


Related Articles

Fatturazione elettronica: gli adempimenti dell’Ente prima del 31 marzo 2015

Come è noto, a partire dal 31 marzo 2015, anche gli Enti di cui all’art. 1 comma 2, della Legge

Anticipo Tfr/Tfs: avviata dal 18 novembre 2020 la possibilità di presentare domanda

Come comunicato dall’Inps, dal 18 novembre 2020 è possibile per gli ex dipendenti pubblici presentare domanda per l’anticipo del Tfs/Tfr

“Covid-19”: tra le novità introdotte dal nuovo Dl., importanti semplificazioni in materia di concorsi pubblici

Il quadro delle nuove regole in vigore da domani Semplificazione dei concorsi al fine di velocizzare il reclutamento di nuovi