Imu: in caso di divisione di un immobile il diritto di abitazione del coniuge superstite permane su entrambe le particelle?

Imu: in caso di divisione di un immobile il diritto di abitazione del coniuge superstite permane su entrambe le particelle?

Il testo del quesito:

Una casa risulta di proprietà al 100% di un soggetto. Dopo il suo decesso, in base alle disposizioni normative, diviene di proprietà della moglie e del figlio e contestualmente viene riconosciuto al coniuge superstite il diritto di abitazione.
In seguito la casa viene suddivisa in 2 unità immobiliari: in una vive la vedova e nell’altra il figlio.
Il diritto di abitazione permane solo sull’unità immobiliare dove attualmente vive la moglie o su entrambe le particelle?
 

La risposta dei ns. esperti.

In pendenza di successione mortis causa, l’art. 540, comma 2, del Cc.,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Riposi compensativi: nessun limite temporale previsto dalla Contrattazione per la loro fruizione in assenza della “banca-ore”

L’Aran ha recentemente risposto ad un quesito (Orientamento applicativo Ral_1964 del 20 marzo 2018), fornendo chiarimenti in merito alla possibilità

Toscana: contributi per efficientamento energetico immobili pubblici

Tipo fondo: PORFesr Toscana Beneficiari: Enti Locali, Aziende sanitarie e Aziende ospedaliere Tipo finanziamento: 80% a fondo perduto Risorse complessive:

Fatture con errata indicazione dell’Iva ad esigibilità immediata: come sanare la situazione in “Pcc”?

Il testo del quesito: “Ho ricevuto delle fatture con indicazione errata dell’Iva ad esigibilità immediata. Noi l’abbiamo trattata come Iva