Incarichi esterni: se non autorizzati, il licenziamento è legittimo

Incarichi esterni: se non autorizzati, il licenziamento è legittimo

Nella Sentenza n. 28975 del 4 dicembre 2017 della Corte di Cassazione, un dipendente pubblico veniva licenziato per giusta causa in seguito ad una varietà di attività remunerative esterne in assenza della previa autorizzazione della propria Amministrazione di appartenenza. Il lavoratore proponeva ricorso contro l’illegittimità del licenziamento. La Suprema Corte osserva che l’art. 53, comma 7, del Dlgs n. 165/01, nel disporre che i dipendenti pubblici non possono svolgere incarichi retribuiti che non siano stati conferiti o previamente autorizzati dall’Amministrazione di appartenenza, prevede che, in caso di inosservanza del divieto, salve le più gravi sanzioni e ferma restando la responsabilità

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Scorrimento della graduatoria e diritto degli idonei all’assunzione

Nella Sentenza n. 26104 del 2 novembre 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono in materia

Personale P.A.: il contenimento della spesa a seguito dell’entrata in vigore del Dl. n. 90/14

Nella Delibera n. 281 del 10 novembre 2014, della Corte dei conti Lombardia, il Sindaco di un Comune chiede se

Tari: differito al 18 febbraio 2020 il termine per l’iscrizione nell “Anagrafica operatori” di Arera

Con il Comunicato 28 gennaio 2020, pubblicato sul proprio sito web istituzionale, l’Arera ha disposto il differimento al 18 febbraio