Incarico al Medico competente: per l’Anac è appalto di servizi

Incarico al Medico competente: per l’Anac è appalto di servizi

L’Anac, con Delibera n. 412/2019 in risposta ad un’Istanza di precontenzioso ex art. 211 del Dlgs. n. 50/2016, ha chiarito che la natura dell’incarico di Medico competente ex Dlgs, n. 81/2008 affidato dalle P.A. sia da ricondurre all’appalto di servizi e non agli incarichi professionali previsti dal “Testo unico sul pubblico impiego”.

Ciò in quanto la designazione del Medico della sicurezza sul lavoro negli Enti pubblici non è strumentale all’esercizio delle attività di competenza dell’Amministrazione. In altre parole, non rientra fra i compiti istituzionali che potrebbe giustificare un incarico di lavoro autonomo ad esperti di particolare e comprovata specializzazione. Si tratta di un’attività che l’Ente pubblico è chiamato a svolgere in veste di datore di lavoro ed in via obbligatoria.

La Delibera Anac prende le mosse come detto da un’Istanza di precontenzioso nei confronti di una procedura pubblica selettiva indetta da un Ente della Regione Puglia, avente ad oggetto il conferimento dell’incarico di Medico del lavoro, che aveva precluso la partecipazione ad Enti e Società. A fronte di tale previsione una Società ha contestato tale clausola escludente, chiedendone la modifica all’Ente stesso al fine di consentire la partecipazione a tale procedura ad Enti e Società, inducendo l’Amministrazione a sospendere la procedura di affidamento per rivolgere all’Anac una richiesta di parere.

Quest’ultima si è espressa muovendo dalla definizione della natura dell’incarico oggetto della procedura contestata. Ha chiarito che, da un lato, il “Codice dei Contratti pubblici” definisce l’appalto pubblico di servizi come “il contratto tra una o più stazioni appaltanti e uno o più soggetti economici avente come oggetto la prestazione di servizi”, mentre dall’altro il Tupi prevede che “per specifiche esigenze cui non possono far fronte con personale in servizio, le Amministrazioni pubbliche possono conferire incarichi individuali con contratti di lavoro autonomo”.

Analizzando il conferimento oggetto della procedura sospesa, la prestazione che viene richiesta “deve corrispondere alle competenze attribuite dall’ordinamento all’Ente conferente e deve risultare coerente con le sue esigenze di funzionalità”, oltre ad aver accertato l’impossibilità oggettiva di utilizzare le risorse umane interne.

Dunque, il conferimento dell’incarico di Medico del lavoro non assolve al soddisfacimento degli obblighi di tutela della salute sui luoghi di lavoro incombenti sull’Ente datore di lavoro, ma include una serie di attività volte a tutelare in generale l’ambiente di lavoro con azioni mediche di prevenzione e protezione, alla sorveglianza sanitaria, della predisposizione di misure per la tutela della salute e della integrità psico-fisica dei lavoratori, della formazione e informazione dei lavoratori, della organizzazione del servizio di primo soccorso, ecc. In più tale figura è chiamata a svolgere attività di attivazione di protocolli sanitari, redazione, di concerto con il datore di lavoro del documento di valutazione dei rischi, il monitoraggio delle malattie insorte durante il lavoro oltre che degli infortuni, e tutte quelle attività di collaborazione con il Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione dai rischi, ecc.

Per tali motivi, proprio dalla complessità che deriva dallo svolgimento di tale attività medico-sanitaria, secondo l’Anac l’oggetto della gara rientra a pieno titolo nella prima definizione di appalto di servizio e non di conferimento di incarico professionale.


Related Articles

Trasferimenti erariali: posticipato il termine per la presentazione delle domande di contributo relative al bando “Sprar”

Con Comunicato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 5 del 8 gennaio 2016, il Ministero dell’Interno ha reso noto il nuovo

Tributi locali: il Mef non è legittimato a impugnare delibere quando manca un interesse specifico

Nella Sentenza n. 2259 del 30 novembre 2016 del Tar Lombardia, il Mef ha impugnato le deliberazioni di un Consiglio

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.