Indennità per tirocini finalizzati-“Reddito di inclusione”: non rientrano nelle spese di personale

Indennità per tirocini finalizzati-“Reddito di inclusione”: non rientrano nelle spese di personale

Nella Delibera n. 75 del 17 ottobre 2019 della Corte dei conti Sardegna, un Sindaco chiede se le indennità di partecipazione/frequenza che integrano il contributo “Rei”, erogate a valere sulla “quota Servizi ‘Fondo Povertà’” e considerata la loro natura sociale e assistenzialistica, laddove il tirocinio venga svolto presso il Comune in questione, diretto beneficiario della sovvenzione, sono da escludere dalle spese di personale e, quindi, dai relativi limiti di spesa. La Sezione chiarisce che le spese sostenute dall’Ente per la realizzazione di tirocini finalizzati all’inclusione sociale e alla riabilitazione, finanziati interamente dal “Fondo Povertà”, sono esclusi dalla spese di personale e dunque dai limiti previsti dall’art. 1, commi 557 e  557-bis, della Legge n. 296/2006. Peraltro, la Sezione sottolinea che i tirocini finalizzati all’inclusione sociale e alla riabilitazione finanziati interamente dal “Fondo Povertà” non integrano la fattispecie di lavoro occasionale.


Related Articles

Unioni di Comuni: capacità assunzionali

Nella Delibera n. 109 del 10 settembre 2020 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha chiesto se la nuova

Inps – “Gestione dipendenti pubblici”: accesso consentito anche agli intermediari abilitati

L’Inps, con il Messaggio n. 3357 del 17 settembre 2019, estende la possibilità di chiedere le abilitazioni ai servizi indicati

Ici: l’esenzione ex art. 7, comma 1, lett. i), Dlgs. n. 504/92, non opera in caso di utilizzo indiretto dell’immobile da parte dell’Ente proprietario

Nell’Ordinanza n. 23925 dell’11 ottobre 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame riguarda un avviso di accertamento

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.