Indennità per tirocini finalizzati-“Reddito di inclusione”: non rientrano nelle spese di personale

Nella Delibera n. 75 del 17 ottobre 2019 della Corte dei conti Sardegna, un Sindaco chiede se le indennità di partecipazione/frequenza che integrano il contributo “Rei”, erogate a valere sulla “quota Servizi ‘Fondo Povertà’” e considerata la loro natura sociale e assistenzialistica, laddove il tirocinio venga svolto presso il Comune in questione, diretto beneficiario della sovvenzione, sono da escludere dalle spese di personale e, quindi, dai relativi limiti di spesa. La Sezione chiarisce che le spese sostenute dall’Ente per la realizzazione di tirocini finalizzati all’inclusione sociale e alla riabilitazione, finanziati interamente dal “Fondo Povertà”, sono esclusi dalla spese di personale e dunque dai limiti previsti dall’art. 1, commi 557 e  557-bis, della Legge n. 296/2006. Peraltro, la Sezione sottolinea che i tirocini finalizzati all’inclusione sociale e alla riabilitazione finanziati interamente dal “Fondo Povertà” non integrano la fattispecie di lavoro occasionale.