Inps: chiarimenti ai sostituti d’imposta sulle modalità di recupero del “Bonus Irpef” sui contributi previdenziali

L’Inps, Direzione centrale Entrate, Sistemi Informativi e Tecnologici, con la Circolare 12 maggio 2014, n. 60, titolata “Dl. 24 aprile 2014, n. 66. Riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti e assimilati”,ha precisato le modalità di recupero del bonus fiscale sui contributi previdenziali.

Dopo aver provveduto ad una veloce analisi normativa del Dl. n. 66/14 e della Circolare Agenzia delle Entrate 28 aprile 2014, n. 8/E, l’Istituto ha analizzato le varie possibilità che il sostituto d’imposta ha per recuperare quanto corrisposto a titolo di credito Irpef.

Enti che utilizzano il “Modello F24

Per i sostituti in parola, la Risoluzione Agenzia delle Entrate 7 maggio 2014, n. 48/E, ha istituito il codice-tributo “1655”, denominato “Recupero da parte dei sostituti d’imposta delle somme erogate ai sensi dell’art. 1, del Decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66”, da inserire nella colonna “Importi a credito compensati” della Sezione “Erario”, con l’indicazione del mese e dell’anno di erogazione del beneficio fiscale.

Amministrazioni pubbliche titolari di una posizione contributiva Dm. (Dm2013)

I sostituti che risultano titolari di una posizione contributiva “Dm.” potranno provvedere al recupero di quanto erogato mediante il codice conguaglio “L650”, da inserire all’interno della Sezione <AltrePartiteACredito> di <DenunciaAziendale>.

Risulta aggredibile solo la quota di contributi dovuti, al lordo delle possibili partite a credito.

Amministrazioni pubbliche (exInpdap)

In alternativa rispetto a quanto indicato nel punto precedente, le Amministrazioni che assumono il ruolo di dichiaranti in ListaPosPA possono recuperare il bonus erogato ai lavoratori riducendo l’ammontare dei versamenti che sono tenuti ad effettuare per il mese di paga, di un importo pari alla somma indicata all’interno del campo <AltriImportiAConguaglio>.

Per maggiori approfondimenti sulle modalità tecniche di compilazione dei campi, rinviamo alla consultazione del Documento in commento.


Tags assigned to this article:
bonus irpef

Related Articles

Fatture con rilascio certificazione del credito: qual è la scadenza da inserire nella rilevazione della tempestività dei pagamenti?

Il testo del quesito: “Per le fatture per le quali è stata richiesta dal fornitore, e rilasciata dall’Ente, certificazione del

Iva: le note di credito emesse da soggetti forfettari a seguito di accordi transattivi sono anch’esse escluse da Iva

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 227 dell’11 luglio 2019, ha chiarito che le note di

Irap: ribadito che in caso di distacco di personale ad un Ente pubblico l’Imposta è a carico del soggetto utilizzatore

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 151 del 28 dicembre 2018, è ritornata sul trattamento fiscale

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.