Interdittiva Antimafia: non ammessa la sostituzione della mandataria di un Rti in corso di gara

Interdittiva Antimafia: non ammessa la sostituzione della mandataria di un Rti in corso di gara

Nella Delibera n. 988 del 18 novembre 2020, l’Anac chiarisce che la mandataria colpita da Interdittiva Antimafia non può conservare la propria posizione all’interno del Rti aggiudicatario, nonostante la successiva sottoposizione alla misura del controllo giudiziario in quanto tale misura non ha effetto retroattivo. Peraltro, non è ammissibile la sostituzione della mandataria, colpita da Interdittiva Antimafia, da parte della mandante, nel caso in cui la perdita dei requisiti venga riscontrata in corso di gara e non in fase di esecuzione e pertanto la sostituzione porti a eludere la carenza di un requisito di partecipazione


Related Articles

Installazione e gestione distributori automatici: per Palazzo Spada si tratta di concessione di servizi

Nella Sentenza n. 3571 del 16 luglio 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici affermano che la prestazione concernente l’installazione

Enti del Servizio sanitario: centrali regionali di committenza

Nella Sentenza n. 61 del 23 gennaio 2020 del Tar Piemonte, la questione in esame riguardava le Convenzioni stipulate dalle

Correttivo Codice Appalti: Unione Soa italiane chiede accesso diretto alle banche dati pubbliche per la verifica dei requisiti

“Il ritorno al decennio come periodo rilevante per la verifica del possesso dei requisiti della qualificazione è un segnale importante

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.