Interdittiva Antimafia: non ammessa la sostituzione della mandataria di un Rti in corso di gara

Interdittiva Antimafia: non ammessa la sostituzione della mandataria di un Rti in corso di gara

Nella Delibera n. 988 del 18 novembre 2020, l’Anac chiarisce che la mandataria colpita da Interdittiva Antimafia non può conservare la propria posizione all’interno del Rti aggiudicatario, nonostante la successiva sottoposizione alla misura del controllo giudiziario in quanto tale misura non ha effetto retroattivo. Peraltro, non è ammissibile la sostituzione della mandataria, colpita da Interdittiva Antimafia, da parte della mandante, nel caso in cui la perdita dei requisiti venga riscontrata in corso di gara e non in fase di esecuzione e pertanto la sostituzione porti a eludere la carenza di un requisito di partecipazione


Related Articles

Durc: scatta dal 1° luglio la nuova procedura semplificata di rilascio in rete

A partire dal 1° luglio 2015 scatterà la nuova procedura di rilascio on-line del Durc. Ad annunciarlo, con una Nota pubblicata

“Legge di bilancio 2018”: testo in via di approvazione al Senato

Dopo l’approvazione della Manovra per l’anno 2018 da parte della Commissione Bilancio del Senato, il testo approda all’esame dell’Aula. Con

Appalti di servizi: Anac si esprime sulla legittimità della clausola sociale

Nel Parere n. 15 del 27 maggio 2015 l’Anac si esprime sul tema della clausola sociale contenente la previsione dell’assunzione

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.