Iva: entro il 27 dicembre il versamento dell’acconto Iva per l’anno 2016, da quest’anno attenzione agli effetti dello “split payment”

Iva: entro il 27 dicembre il versamento dell’acconto Iva per l’anno 2016, da quest’anno attenzione agli effetti dello “split payment”

Entro il prossimo 27 dicembre è necessario procedere, per gli Enti Locali interessati, al versamento dell’acconto Iva per l’anno 2016.

Riepiloghiamo di seguito le regole da seguire per capire se l’acconto è dovuto e, in caso affermativo, come versarlo correttamente per non incorrere in sanzioni.

Soggetti passivi

Tra i soggetti passivi per i quali è previsto l’eventuale versamento dell’acconto annuale Iva sono ricompresi, tra gli altri, anche gli Enti di cui all’art. 74, comma 1, del Tuir (Dpr. n. 917/86), tra cui gli Enti Locali.

Metodo di determinazione dell’importo da versare in acconto

Esistono 3 metodi di calcolo alternativi per

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Progressioni orizzontali: possibili dal 1° gennaio 2015

Nella Delibera n. 218 dell’8 giugno 2015 della Corte dei conti Lombardia, il quesito in esame verte sulla possibilità di

Patto di stabilità: disponibile il prospetto per gli Enti che hanno beneficiato di esclusioni per le spese per calamità naturali

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, ha diffuso il 5 agosto 2015 sul