Iva: i versamenti in eccesso su fatture in “split payment” afferenti all’ambito istituzionale si recuperano versando di meno successivamente

Iva: i versamenti in eccesso su fatture in “split payment” afferenti all’ambito istituzionale si recuperano versando di meno successivamente

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 378 del 18 settembre 2020, ha fornito indicazioni ad un Ente pubblico, obbligato a ricevere fatture in “split payment”, su come recuperare l’Iva su una fattura d’acquisto afferente il proprio ambito istituzionale, versata erroneamente 2 volte all’Erario.

L’Agenzia, concordando con la soluzione prospettata dall’Ente istante, ha ritenuto possibile recuperare tale Imposta scomputando l’importo di cui trattasi dai successivi versamenti Iva che, sempre nell’ambito della propria sfera istituzionale, l’Ente dovrà effettuare in regime di “split payment”. A tale fine, sarà cura dell’Ente evidenziare nei propri documenti contabili

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Rinnovo “Carta qualificazione conducente” per autisti Scuolabus: le spese sono a carico dell’Ente Locale

Nelle Delibere n. 30 e n. 31 del 3 aprile 2020 della Corte dei conti Toscana, la questione controversa in

Affidamenti “in house”: è attivo il Sistema telematico per l’iscrizione all’Elenco tenuto dall’Anac

Dopo una lunga serie di proroghe, che ne ha fatto slittare l’avvio dal 27 giugno 2017 al 15 gennaio 2018,

Il “Piano nazionale Anticorruzione 2016”: tutte le novità

L’adozione da parte di Anac del nuovo “Piano nazionale Anticorruzione” interviene in un momento a dir poco delicato per gli

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.