Iva: l’affidamento della gestione dell’Archivio storico comunale gode delle esenzioni previste per servizi analoghi applicati alle biblioteche?

Iva: l’affidamento della gestione dell’Archivio storico comunale gode delle esenzioni previste per servizi analoghi applicati alle biblioteche?

Il testo del quesito:

Il Comune intende dare in affidamento dei servizi di consulenza, sorveglianza e inventariazione relativi all’Archivio storico comunale. Il soggetto affidatario si dovrebbe occupare di: servizi di accoglienza (apertura e chiusura, assistenza al pubblico e sorveglianza delle sale); servizi di informazione, servizi di circolazione dei documenti (recupero documenti richiesti, distribuzione e ricollocazione dei materiali); servizi di gestione del patrimonio documentare (inventariazione, riordino materiali, scarto) e servizi di consulenza e ricerca (ricerche per esigenze interne dell’Ente o per altri soggetti pubblici e privati, consulenze sulla classificazione e conservazione dei documenti). Tali servizi soggiacciono alla stessa disciplina Iva

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Mancata indicazione dei costi della manodopera e oneri di sicurezza: “soccorso istruttorio” o esclusione automatica?

Abstract Il tema della obbligatoria indicazione da parte dei concorrenti dei costi aziendali della sicurezza è certamente una delle maggiori

Aire centrale: il Viminale invita i Comuni che non hanno aggiornato i dati a provvedere con urgenza

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per i Servizi Demografici, ha diffuso la lista dei Comuni che, contrariamente alle indicazioni

“5 per mille”: pubblicati gli importi destinati ai Comuni per l’anno 2014

Sono stati 563.797 i contribuenti che hanno deciso, nel 2014, di destinare il “5 per mille” al finanziamento delle attività