Iva: recuperabile l’Imposta su investimenti immobiliari sostenuti da Enti Pubblici anche se la destinazione iniziale non è commerciale

Iva: recuperabile l’Imposta su investimenti immobiliari sostenuti da Enti Pubblici anche se la destinazione iniziale non è commerciale

Sentenza Corte di Giustizia europea del 25 luglio 2018 – causa C140/17

 

E’ possibile da parte di Ente Pubblico recuperare in detrazione l’Iva versata per un investimento immobiliare inizialmente destinato ad una attività non commerciale, qualora successivamente venga modificata la destinazione d’uso del bene e quindi venga assunta la qualità di soggetto passivo al momento dell’operazione attiva imponibile.

E’ quanto sancito dalla Corte di Giustizia Ue, con la Sentenza in commento, in cui la domanda di pronuncia pregiudiziale verteva sull’interpretazione degli artt. 167, 168 e 184 della Direttiva 2006/112/CE del Consiglio del 28 novembre 2006, nonché del

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Mancata stipula contratto: anche se non specificato nel bando, il concorrente può essere condannato a pagare cauzione

Nella Sentenza n. 3755 del 26 giugno 2016 del Consiglio di Stato, Sezione Terza, i Giudici rilevano che per la

”#italia sicura”: parte la campagna contro il dissesto idrogeologico e per l’edilizia scolastica

Sotto lo slogan  “Se l’Italia si cura, l’Italia è più sicura”, il Governo ha annunciato l’avvio del sito www.italiasicura.governo.it e presentato

Pubblicazione Tabelle procedure affidamento: Anac proroga il termine al 20 febbraio 2017

Slitta al 20 febbraio 2017 il termine per l’invio della comunicazione, via Pec, con la quale le stazioni appaltanti devono

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.