Iva: recuperabile l’Imposta su investimenti immobiliari sostenuti da Enti Pubblici anche se la destinazione iniziale non è commerciale

Iva: recuperabile l’Imposta su investimenti immobiliari sostenuti da Enti Pubblici anche se la destinazione iniziale non è commerciale

Sentenza Corte di Giustizia europea del 25 luglio 2018 – causa C140/17

 

E’ possibile da parte di Ente Pubblico recuperare in detrazione l’Iva versata per un investimento immobiliare inizialmente destinato ad una attività non commerciale, qualora successivamente venga modificata la destinazione d’uso del bene e quindi venga assunta la qualità di soggetto passivo al momento dell’operazione attiva imponibile.

E’ quanto sancito dalla Corte di Giustizia Ue, con la Sentenza in commento, in cui la domanda di pronuncia pregiudiziale verteva sull’interpretazione degli artt. 167, 168 e 184 della Direttiva 2006/112/CE del Consiglio del 28 novembre 2006, nonché del

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa: consente alle Imprese di presentare varianti migliorative al progetto

Nella Sentenza n. 3806 del 21 marzo 2019 del Tar Lazio, i Giudici affermano che nelle gare pubbliche, quando il

Patto di stabilità: decorrenza delle sanzioni per il mancato rispetto 

  Nella Delibera n. 151 del 23 luglio 2015 della Corte dei conti Puglia, un Sindaco chiede un parere in

“Durc on line”: nuovi chiarimenti Inps sulle verifiche di regolarità contributiva

Con il Messaggio n. 1703 del 21 aprile 2020, l’Inps è tornata sul tema dei Documenti unici attestanti la regolarità

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.