Iva: si applica il “reverse charge” nei rapporti tra Ditta appaltatrice e Ditta collaboratrice nell’ambito di un contratto continuativo di cooperazione

Iva: si applica il “reverse charge” nei rapporti tra Ditta appaltatrice e Ditta collaboratrice nell’ambito di un contratto continuativo di cooperazione

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 104 del 14 aprile 2020, ha fornito chiarimenti in ordine al trattamento fiscale, ai fini dell’Iva ed in particolare del “reverse charge”, di un contratto continuativo di cooperazione-quadro, stipulato ai sensi dell’art. 105, comma 3, del Dlgs. n. 50/2016 (“Codice degli Appalti”).

Nel caso di specie una Ditta A, istante, che svolge attività di costruzioni generali prevalentemente in ambito di appalti pubblici, ha stipulato tale tipo di contratto con altra Ditta B (Cooperatore), un operatore locale di comprovata affidabilità ed esperienza con il quale collaborare in

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Iva: il riaddebito delle spese per distacco di personale rientra nella prestazione principale se non oggetto del contratto di appalto principale

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 224 del 5 luglio 2019, ha chiarito che il riaddebito

“Revisione straordinaria partecipate”: quali conseguenze in caso di mancata adozione del Provvedimento di ricognizione e/o di mancato invio al Mef dei dati ?

Il quesito: “Il Comune richiedente, in data 11 novembre 2017, non è riuscito ad adempiere nei termini previsti all’approvazione del

Trasferimenti erariali: in arrivo oltre 500 milioni di Euro destinati alla riqualificazione urbana e alla sicurezza delle periferie

Con Dpcm. 6 dicembre 2016, pubblicato sulla G.U. n. 4 del 5 gennaio 2017, è stata approvata la graduatoria del

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.