Lavori pubblici: copertura oneri derivanti da attività tecniche connesse agli stessi effettuate da personale interno

Lavori pubblici: copertura oneri derivanti da attività tecniche connesse agli stessi effettuate da personale interno

Nella Delibera n. 62 del 21 novembre 2017 della Corte dei conti Friuli Venezia Giulia, viene chiesto un parere sulla possibilità di individuare la copertura per gli oneri derivanti da attività tecniche connesse alla realizzazione di lavori pubblici effettuate da personale interno, anche di qualifica dirigenziale, nell’ambito della voce “spese tecniche” del quadro economico dell’opera. In sostanza, il problema interpretativo che sta alla base della richiesta in esame riguarda la possibilità di applicare il disposto dell’art. 113, comma 1, del Dlgs. n. 50/16, ad una stazione appaltante che adotta una contabilità di tipo economico. La Sezione chiarisce che il ricorso all’applicazione dell’art. 113, comma 1, è da ritenersi ammissibile, anche nell’ambito di una stazione appaltante in regime di contabilità economica, a condizione che l’Ente osservi tutte le cautele al fine di garantire il rispetto dei limiti relativi al costo del personale stabiliti dalla legge e dalla programmazione regionale e di evitare peggioramenti nel medio/lungo termine delle situazioni di criticità attuali.


Related Articles

Trasparenza: al via la rendicontazione degli esiti dell’attività di vigilanza dell’Anac

Con un Comunicato del 3 novembre 2014, l’Anac ha annunciato che saranno resi noti, con aggiornamento periodico, gli esiti dell’attività

Personale Enti Locali: disponibili i dati del Censimento dell’Interno

A cura annuale del Ministero dell’Interno è on-line su incomune.interno.it il report relativo al Censimento generale del personale in servizio presso

Imu: esente l’immobile in comodato ad un Ente ecclesiastico per lo svolgimento di attività didattiche non commerciali

Nella Sentenza n. 271/2/2017 del 25 ottobre 2017 della Ctp di Reggio Emilia, la questione controversa in esame riguarda l’eventuale