Lavoro flessibile: spese sostenute per lo svolgimento di attività lavorativa retribuita tramite “voucher”

Lavoro flessibile: spese sostenute per lo svolgimento di attività lavorativa retribuita tramite “voucher”

Nella Delibera n. 53 del 13 maggio 2016 della Corte dei conti Liguria, la richiesta di parere è volta a conoscere se sia possibile escludere dai limiti imposti all’utilizzo del lavoro flessibile, di cui all’art. 9, comma 28 del Dl. n. 78/10, convertito dalla Legge n. 122/10, le spese sostenute per lo svolgimento di attività lavorativa retribuita tramite “voucher”.

La Sezione esclude che l’Ente possa avvalersi di personale assunto con forme di lavoro accessorio, tanto più se destinato ad attività non immediatamente riconducibili alle “funzioni fondamentali” del Comune, oltre il limite del 50% della spesa sostenuta

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Enti Locali in dissesto e fondi vincolati

Nella Delibera n. 81 del 3 agosto 2020 della Corte dei conti Puglia, viene chiesto un parere in materia di

Azienda speciale: per la revoca dell’incarico di Amministratore non occorrono particolari motivazioni

Nella Sentenza n. 1379 dell’11 marzo 2019 del Tar Campania, un Sindaco ha revocato l’incarico al Presidente di una Azienda

Anac: Italia inadempiente nella tutela del whistleblowing

Il Presidente dell’Anac, Giuseppe Busia, ha dichiarato che “il 2022 è iniziato con l’Italia inadempiente nel recepimento della Direttiva europea