La cessazione ex “Tusp” delle Società pubbliche soggette a processi di razionalizzazione e revisione da parte dei Comuni è senza agevolazioni fiscali

La cessazione ex “Tusp” delle Società pubbliche soggette a processi di razionalizzazione e revisione da parte dei Comuni è senza agevolazioni fiscali

Lo scioglimento di Società pubbliche disposto ai sensi dell’art. 20 del Dlgs. n. 175/16 (“Testo unico delle Società a partecipazione pubblica” – “Tusp”) non beneficia dell’esenzione fiscale Ires ed Irap se deliberato dopo il 6 maggio 2016. E’ quanto sostiene l’Agenzia delle Entrate con la risposta all’Istanza di Interpello n. 912-33/2018 emanata dalla Direzione regionale Umbria su quesito posto da una Società pubblica di gestione del “Servizio idrico integrato” in procinto di essere sciolta dai soci pubblici.

Più nel dettaglio, si ricorda che l’art. 1, comma 568-bis,Legge n. 147/13, in vigore dal

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Società pubbliche: il Collegio sindacale che svolge anche la revisione dei conti può arrivare a fine mandato o urge nominare nuovo Revisore?

Il testo del quesito: “L’art. 3 del Dlgs. n. 175/16, al comma 2, recita: ‘nelle Società per azioni a controllo

Varianti in corso d’opera: l’Anac fornisce nuove istruzioni e un Modulo per la trasmissione 

Con il Comunicato del Presidente del 17 marzo 2015, l’Anac ha fornito nuovi chiarimenti sulle trasmissioni delle varianti in corso

Entrate tributarie e contributive: in crescita di oltre 14 miliardi

Il Mef, con Comunicato n. 201 del 5 dicembre 2016, ha reso noto il Rapporto sull’andamento delle entrate tributarie e

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.