Le Società a controllo pubblico: una geometria ad assetto variabile

Le Società a controllo pubblico: una geometria ad assetto variabile

La Corte dei conti – Sezione Autonomie, interviene sul tema della definizione della qualifica di “Società a controllo pubblico” ai sensi del Tusp (Delibera n. 11/2019) e segnatamente sul combinato disposto ex art. 2, comma 1, lett. m) e b), in ciò chiamata in causa dalla Sezione regionale di controllo per l’Umbria, che aveva sospeso un proprio parere atteso le divergenti interpretazioni date da altre Sezioni di controllo oltre a quella fornita dal Mef e da ultima anche dal Giudice amministrativo.

Si nota che la Sezione delle Autonomie interviene sullo stesso argomento affrontato dalla Corte dei conti a

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Danno erariale: spese di rappresentanza

Nella Sentenza n. 2102 del 30 dicembre 2014 della Corte dei conti Campania, il giudizio ha ad oggetto l’azione di

Responsabilità amministrativa: condanna del Presidente di un Consiglio provinciale per errore di imputazione della spesa di missione

Nella Sentenza n. 92 del 3 maggio 2018 della Corte dei conti, Sezione appello per la Sicilia, il Presidente di

Cassa DD.PP.: proroga dei termini per la rinegoziazione dei prestiti di Province e Città metropolitane 2018

Cassa Depositi e Prestiti Spa, con un Avviso alla clientela pubblicato in data 28 maggio 2018, ha prorogato i tempi

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.