“Legge di bilancio 2021”: schivato in extremis il rischio esercizio provvisorio, il Governo incassa la fiducia del Senato sulla Manovra

“Legge di bilancio 2021”: schivato in extremis il rischio esercizio provvisorio, il Governo incassa la fiducia del Senato sulla Manovra

Dopo il via libera della Camera, ottenuto il 27 dicembre 2020, anche Palazzo Madama ha votato oggi, 30 dicembre 2020, la fiducia posta dal Governo sul “Disegno di legge di bilancio per il 2021”, scongiurando così, in “zona Cesarini”, il rischio dell’esercizio provvisorio.

Con 156 sì, 124 no e nessun astenuto, il corposo Ddl., composto (nella Sezione 1) da 1.150 commi, è dunque diventato Legge dello Stato.

Il testo è arrivato in Senato praticamente blindato perché – considerati i tempi – mai come quest’anno il rischio che non si giungesse all’approvazione definitiva della Manovra entro la fatidica data del 31 dicembre era estremamente concreto.

L’esame in prima lettura alla Camera è iniziato soltanto nella seconda metà di novembre. L’Esecutivo ha posto la fiducia in entrambi i rami del Parlamento e sostanzialmente i Senatori non hanno potuto emendare in alcun modo il Provvedimento perché non ci sarebbero stati i tempi per la tradizionale “navetta parlamentare”, pena – come detto – lo sconfinamento nel nuovo anno e il conseguente avvio dell’esercizio provvisorio.

Neanche l’errore nei commi relativi al taglio del “cuneo fiscale” ha potuto frenare l’iter fulmineo della Manovra. La correzione della norma sulla stabilizzazione degli importi in vigore dallo scorso 1° luglio sarà dunque demandata – come spiegato in Aula dal Viceministro all’Economia, Antonio Misiani – all’emanazione di un futuro Decreto.

Numerose le novità introdotte dalla “Legge di bilancio 2021-2023”. Si spazia dal Lavoro (prolungamento Cassa integrazione per ulteriori 12 settimane; proroga blocco licenziamento fino al 31 marzo 2021 ed esonero dei minimali contributivi per tutte le Partite Iva e i Professionisti più colpiti dalla crisi) alla previdenza (proroga “Opzione donna” e “Ape sociale”); dalla Famiglia (stanziamento delle risorse per finanziare l’assegno unico per i figli) all’Ambiente; dal Sociale al sostegno alle Imprese.

Per quanto riguarda il “Superbonus 110%”, il Parlamento ha deciso di sposare la linea “prudente”. Era stata ventilata la possibilità di estenderlo fino al 31 dicembre 2022 o addirittura 2023 ma ad oggi l’invocata proroga è stata disposta per soli 6 mesi (fino al 30 giugno 2022), con una eccezione nel caso dei condomìni che al 30 giugno 2022 abbiano completato il 60% dei lavori (ai quali sono stati concessi ulteriori 6 mesi di tempo).

Molti i c.d. “Bonus” pensati per rilanciare i consumi, spesso in chiave “green”. Segnaliamo, tra gli altri: il “Bonus idrico” (1.000 Euro per sostituire i sanitari del bagno per ottenere consumi di acqua più contenuti), il “Bonus per l’acquisto di auto elettriche, il “Bonus tv”, il Bonus per l’acquisto di abbonamento a giornali e riviste o per acquistare occhiali e smartphone (rivolti alle famiglie con più bassa capacità di spesa).

Prorogati anche il “Bonus facciate” e il “Bonus mobili”. Nel caso di quest’ultimo, il tetto di spesa è stato rivisto al rialzo, passando da 10.000 a 16.000 Euro.


Related Articles

Cartella esattoriale: non è nulla se manca l’indicazione del Responsabile del procedimento

Nella Sentenza n. 9872 del 13 maggio 2016, la Corte di Cassazione afferma che la cartella esattoriale che ometta di

Processo tributario: cessazione materia del contendere e sgravio provvisorio della cartella

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 918 del 20 gennaio 2015, ha affermato che la cessazione della materia

Personale Enti Locali: lo stato della situazione in merito all’organizzazione del lavoro alla luce del Decreto “Cura Italia”

La situazione di emergenza conseguente alla diffusione del Coronavirus “Covid-19” ha comportato da parte del Governo l’adozione di una serie

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.