Messa in sicurezza edifici Enti Locali: al via dal 1° luglio 2019 il Fondo messo a disposizione da Mit e Cassa Depositi e Prestiti Spa

Messa in sicurezza edifici Enti Locali: al via dal 1° luglio 2019 il Fondo messo a disposizione da Mit e Cassa Depositi e Prestiti Spa

Sulla scorta delle politiche attive adottate dal Governo a supporto degli Enti Locali, grazie ad una apposita Convenzione sottoscritta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con Cassa Depositi e Prestiti Spa, sono stati messi a disposizione dei fondi – riservati a Città metropolitane, Province e Comuni – finalizzati a cofinanziare la redazione di Progetti per la messa in sicurezza degli edifici e delle strutture pubbliche di esclusiva proprietà degli Enti e con destinazione d’uso pubblico, con priorità agli edifici e alle strutture scolastiche.

A renderlo noto è il Mit, con un Comunicato pubblicato sul proprio sito istituzionale il 19 giugno 2019, che ha specificato che, allo scopo di gestire le istanze di finanziamento, è stata predisposta una apposita Piattaforma sul portale del Mit, alla quale si potrà accedere dal 1° luglio 2019 alle 13.59 del 30 agosto 2019.

Il Mit, insieme a Cassa Depositi e Prestiti Spa, ha deliberato la dotazione del Fondo per 90 milioni di Euro complessivi su 3 anni e ripartiti per ciascun anno tra i vari Enti:

– 4.950.000 per le Città metropolitane;
– 12.437.500 Euro per le Provincie;
– 12.437.500 Euro per i Comuni.

Questi gli importi massimi finanziabili per cofinanziare fino all’80% di ciascun Progetto:

  • per le Città metropolitane, 100.000 Euro, più una quota proporzionale alla popolazione residente di ciascuna Città, presentando uno o più Progetti fino al raggiungimento della soglia;
  • per le Province, 70.000 Euro, con l’aggiunta, in base alla popolazione residente, di una quota proporzionale presentando uno o più Progetti fino al raggiungimento della soglia;
  • per i Comuni, 60.000 Euro, per un massimo di 3 Progetti, in base ad una graduatoria stilata per il triennio 2018/2020.

Related Articles

Immobili di interesse storico o artistico: agevolazioni ai fini Irpef e Ici

Una Ctr, con Ordinanza, ha sollevato questioni di legittimità costituzionale dell’art. 11, comma 2, della Legge n. 413/91 e dell’art.

Corte dei conti: diffusa la Relazione sulla gestione finanziaria degli Enti Locali per l’esercizio finanziario 2014

Nella Delibera n. 8 del 22 febbraio 2016 della Corte dei conti Autonomie, la Sezione ha concluso l’analisi della gestione

“Covid-19”: che tipo di dichiarazione e di fattura devono rilasciare i Professionisti che non vogliono subire la ritenuta?

Il testo del quesito: “Un lavoratore autonomo mi ha accennato che vorrebbe emettere fattura elettronica senza l’applicazione della ritenuta d’acconto,

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.