Mobilità personale Province: oltre 2.500 i posti “offerti” dagli Enti Locali

Mobilità personale Province: oltre 2.500 i posti “offerti” dagli Enti Locali

Oltre 2.500 proposte di offerta complessiva di posti da parte delle Amministrazioni interessate, per i circa 1.800 lavoratori delle ex Province inclusi negli elenchi di mobilità. A tracciare, attraverso la Nota 18 febbraio 2016, il bilancio della complessa operazione di ricollocamento del personale in corso è stato il Vice-Presidente Anci, con delega alle politiche del personale, Umberto Di Primio.

Ricordiamo che il 12 febbraio 2016 si è chiusa la fase entro la quale i Comuni avevano appunto la possibilità di segnalare posti vacanti nelle proprie strutture, al fine di far incontrare domanda e offerta.

Ora – ha detto Di Primio – i Comuni possano tornare ad assumere. […] E’ essenziale – ha poi aggiunto – che si possano riaprire i processi assunzionali nelle Regioni dove sono state concluse le ricollocazioni del personale perché non ha senso che i Comuni di una Regione debbano aspettare la conclusione dello stesso percorso in altre Regioni non ancora al passo”.

Il delegato al personale ha messo l’accento sulla grave carenza di personale che interessa i Comuni e ha enfatizzato la necessità di “una urgente revisione del blocco del turnover, fissato dalla legge di Stabilità al 25%. Tutti i Comuni soffrono perché sono sotto organico, bisogna dare loro la possibilità di respirare, assumendo nuovo personale all’interno degli Uffici”.


Related Articles

Contributi alle Imprese: confermata l’esclusione da base imponibile Ires e Irap laddove siano conseguenti all’emergenza da “Covid-19”

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta n. 521 del 29 luglio 2021, ha fornito chiarimenti in ordine del trattamento fiscale

Permesso di costruire: omesso aggiornamento del costo di costruzione

Nella Sentenza n. 27 del 29 dicembre 2021 della Corte dei conti, Sezioni Riunite, la questione controversa riguarda l’interpretazione dell’art. 16

Cartelle di pagamento: per il perfezionamento della notifica è necessaria l’esibizione della “Cad”

Nell’Ordinanza n. 20644 del 29 settembre 2020 della Corte di Cassazione la Suprema Corte, in merito alla notifica eseguita ex