Modalità di convocazione del Consiglio comunale in seguito alle dimissioni del Presidente: il parere del Ministero dell’Interno

Modalità di convocazione del Consiglio comunale in seguito alle dimissioni del Presidente: il parere del Ministero dell’Interno

Il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali è stato interpellato sulle modalità di convocazione del Consiglio comunale in seguito alle dimissioni del Presidente.

La richiesta di parere sottoposta al Dipartimento riguarda la competenza sulla convocazione del primo Consiglio comunale successivo alle dimissioni del Presidente. In particolare, viene chiesto se tale competenza spetti al Sindaco in analogia a quanto previsto dall’art. 14, comma 3, dello Statuto comunale, oppure al Vice-Presidente del Consiglio. In caso di dimissioni del Presidente del Consiglio comunale, in base al Parere rilasciato il 20 aprile 2021 dal Dipartimento, se nulla è stabilito dallo Statuto comunale o dal Regolamento per il funzionamento del Consiglio, devono ritenersi fermi i poteri sostitutivi del Vice-Presidente ai fini della convocazione e della Presidenza del Consiglio comunale immediatamente successivo.


Related Articles

Contabilità economico-patrimoniale: quale iter di approvazione per gli Enti con popolazione inferiore a 5.000 abitanti ?

Il quesito: “Qual è la procedura da seguire in sede di rendiconto della gestione 2017 per i Comuni con popolazione

Società “in house”: i permessi retribuiti concessi ai dipendenti per le funzioni elettive sono a carico del Comune

Nell’Ordinanza n. 11265 dell’11 giugno 2020 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame riguarda un Comune e una

Iva: l’onere monetario aggiuntivo previsto in caso di pagamento di prestazioni mediche in contanti è da considerarsi accessorio

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 268 del 25 agosto 2020, ha fornito chiarimenti in ordine

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.