Modalità di convocazione del Consiglio comunale in seguito alle dimissioni del Presidente: il parere del Ministero dell’Interno

Modalità di convocazione del Consiglio comunale in seguito alle dimissioni del Presidente: il parere del Ministero dell’Interno

Il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali è stato interpellato sulle modalità di convocazione del Consiglio comunale in seguito alle dimissioni del Presidente.

La richiesta di parere sottoposta al Dipartimento riguarda la competenza sulla convocazione del primo Consiglio comunale successivo alle dimissioni del Presidente. In particolare, viene chiesto se tale competenza spetti al Sindaco in analogia a quanto previsto dall’art. 14, comma 3, dello Statuto comunale, oppure al Vice-Presidente del Consiglio. In caso di dimissioni del Presidente del Consiglio comunale, in base al Parere rilasciato il 20 aprile 2021 dal Dipartimento, se nulla è stabilito dallo Statuto comunale o dal Regolamento per il funzionamento del Consiglio, devono ritenersi fermi i poteri sostitutivi del Vice-Presidente ai fini della convocazione e della Presidenza del Consiglio comunale immediatamente successivo.


Related Articles

“Milleproroghe”: verso la proroga dei contratti a tempo determinato per il personale delle Province

Con Nota 8 febbraio 2016, l’Anci ha annunciato l’accoglimento, da parte delle Commissioni riunite Affari Costituzionali e Bilancio della Camera,

Fabbisogno statale: nei primi 11 mesi del 2018 è stato inferiore di 10,6 miliardi rispetto a quello 2017

Nel mese di novembre 2018 il saldo del settore statale si è chiuso, in via provvisoria, con un fabbisogno di

Riscossione: è l’AdE-R il soggetto demandato all’attività di esazione nazionale

Nella Sentenza n. 94 del 14 gennaio 2021 del Ctr Veneto, i Giudici rilevano che a decorrere dal 1° ottobre

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.