Nomina Funzionario della riscossione tra dipendenti Società iscritte all’Albo: è possibile l’affidamento come supporto alla gestione dell’Ufficio ?

Nomina Funzionario della riscossione tra dipendenti Società iscritte all’Albo: è possibile l’affidamento come supporto alla gestione dell’Ufficio ?

Il testo del quesito:

Buongiorno, in merito alla nomina del Funzionario della riscossione tra i dipendenti delle Società iscritte all’Albo, affinché sia legittima tale nomina, è necessario che alla base sussista un affidamento in concessione da parte dell’Ente, ovvero può essere idoneo l’affidamento effettuato come mera attività di supporto alla gestione dell’Ufficio ?”.

La risposta dei ns. esperti:

Con riferimento al quesito posto, si ritiene che la nomina del Funzionario della riscossione sia possibile solo quando vi è una traslazione del potere di riscossione, strutturato in un contratto di concessione o di affidamento “in house providing” ai sensi dell’art. 52, comma 5, lett. b), n. 3, del Dlgs. n. 446/1997.

A ciò si arriva sulla base di alcuni punti essenziali:

  • l’art. 1, comma 793, della Legge n. 160/2019, non parla di soggetti di cui all’art. 52, comma 5, lett. b), del Dlgs. n. 446/1997, ma di soggetti affidatari dei servizi di cui all’art. 52, comma 5, lett. b), del Dlgs. n. 446/1997;
    • i servizi menzionati nell’art. 52, comma 5, lett. b), del Dlgs. n. 446/1997 sono i seguenti: “b) qualora sia deliberato di affidare a terzi, anche disgiuntamente, l’accertamento e la riscossione dei tributi e di tutte le entrate, le relative attività sono affidate, nel rispetto della normativa dell’Unione europea e delle procedure vigenti in materia di affidamento della gestione dei servizi pubblici locali”;
    • lo schema di cui all’art. 52, comma 5, lett. b), del Dlgs. n. 446/1997, è uno schema concessorio, incompatibile con l’attività di supporto pura, la quale configura un appalto di servizi. Tale appalto, imponendo al fornitore di non operare verso l’utenza con poteri autonomi, non può comportare la possibilità di utilizzare propri dipendenti per formare e notificare atti esecutivi dell’Ente affidante.

In caso di supporto “puro”, ovvero mero appalto di servizi, il Funzionario Responsabile della riscossione deve essere individuato tra i dipendenti dell’Ente. Nel caso in cui, indipendentemente dal maneggio di denaro, l’affidatario operi in autonomia nell’ambito di uno schema concessorio, si ritiene che quest’ultimo possa nominare e utilizzare propri Funzionari Responsabili della riscossione.

di Alessandro Maestrelli


Related Articles

Ufficio legale: non può essere posto alle dirette dipendenze del Segretario comunale se privo del titolo di Avvocato

Nella Sentenza n. 486 del 16 febbraio 2015 del Tar Lombardia, i Giudici hanno affermato che è illegittima la Delibera

Invalidità notifica atto impositivo: irrilevante se l’atto è stato impugnato

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 14416 del 25 giugno 2014, ha affermato che l’invalidità della notificazione di

Consultazioni europee e amministrative 2019: i chiarimenti del Viminale su tempi e modalità di invio delle rendicontazioni delle spese

Il termine per produrre la rendicontazione delle spese sostenute dai Comuni per le Elezioni scade 4 mesi dopo il giorno

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.