Nomine di competenza dei Comuni: la decisione del Tar Lombardia

Nomine di competenza dei Comuni: la decisione del Tar Lombardia

La Sentenza del Tar Lombardia n. 1058 del 15 ottobre 2014 riguarda la nomina con Decreto di un Sindaco dei componenti del Consiglio di Amministrazione di una Fondazione, già Ipab. I Giudici lombardi statuiscono che le nomine di competenza dei Comuni possono essere effettuate legittimamente anche in assenza di indirizzi ex art. 42 comma  2-m del Dlgs. n. 267/00, in quanto l’ordinamento generale contiene dei criteri-guida che si impongono anche se non sono recepiti dai singoli Enti. Tra questi, i due principali sono certamente, in positivo, la preparazione professionale e, in negativo, l’assenza di conflitti di interesse. La contestazione delle nomine dunque deve avere come fondamento la dimostrazione di un deficit curriculare o di una situazione di incompatibilità, elementi che nel caso di specie non sono stati forniti.


Tags assigned to this article:
fondazioninominesindaci

Related Articles

Annullamento o revoca dell’aggiudicazione provvisoria: non richiede una specifica comunicazione di avvio del procedimento

Nella Sentenza n. 67 del 12 gennaio 2016 del Consiglio di Stato, Sezione Quarta, l’aggiudicazione provvisoria, quale atto che determina

Scorrimento della graduatoria e diritto degli idonei all’assunzione

Nella Sentenza n. 26104 del 2 novembre 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono in materia

“Superbonus 110%”: le Aziende di servizio alla persona (Asp) non ne possono beneficiare non possedendo i requisiti soggettivi

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 342 del 23 giugno 2022, ha chiarito che le Aziende