Occupazione abusiva degli immobili: normativa oggi più agevole per gli Enti Locali

Occupazione abusiva degli immobili: normativa oggi più agevole per gli Enti Locali

 

L’occupazione abusiva degli immobili è sempre stata, sia per i Comuni che per gli Enti interessati (Aziende regionali e territoriali, Consorzi intercomunali, Istituti sociali, ex Istituti autonomi), uno “zoccolo duro”, in quanto innesca tutta una serie di problemi e controlli che impegnano risorse e personale: controlli degli occupanti, assegnatari o proprietari degli immobili, procedimenti penali, sgomberi, procedure coattive, attività straordinarie.

Le statistiche ufficiali provenienti dalle grandi Città italiane indicano, per i primi 6 mesi del 2014, una media di 70/80 nuove occupazioni al mese. La media del 2013 è stata di 50/60 al mese.

A ciò si

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Tags assigned to this article:
immobilioccupazionepiano casa

Related Articles

Tarsu: nessuna esenzione in caso di mancata utilizzazione di un albergo per alcuni mesi dell’anno

Nella Sentenza n. 22756 del 9 novembre 2016 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che la mancata

“730 precompilato”: in una Circolare delle Entrate le risposte ai quesiti sulla nuova Dichiarazione

  La Circolare n. 26/E del 7 luglio 2015 dell’Agenzia delle Entrate fornisce le risposte ai quesiti sottoposti dalla stampa

Comune di Siena approva il primo Progetto di intervento anticipatore del “Piano nazionale di Ripresa e Resilienza” per la reingegnerizzazione dei processi in chiave digitale

L’Amministrazione comunale di Siena, con il supporto determinante del Segretario comunale Michele Pinzuti, ha approvato a fine anno 2020 il