Operazioni intracomunitarie: nuove modalità di inclusione alla banca-dati Vies

Operazioni intracomunitarie: nuove modalità di inclusione alla banca-dati Vies

Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento Prot. n. 159941 del 15 dicembre 2014, ha definito le modalità di inclusione nella banca-dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui all’art. 17 del Regolamento (Ue) n. 904/10.

Le seguenti disposizioni si sono rese necessarie a seguito delle importanti modifiche che l’art. 22 del Dlgs. n. 175 del 21 novembre 2014 ha apportato all’art. 35 del Dpr. n. 633/72.

Nella dichiarazione di inizio attività ai fini Iva può essere espressa l’opzione per effettuare le operazioni intracomunitarie. L’opzione si effettua compilando il campo specifico del Quadro “I” dei Modelli “AA7” (soggetti diversi dalle persone fisiche) o “AA9” (imprese individuali e lavoratori autonomi). Gli Enti non commerciali non soggetti passivi d’imposta invece devono selezionare la casella “C” del Quadro “A” del Modello “AA7”.

I soggetti già titolari di Partita Iva, possono esprimere la stessa opzione per le operazioni intracomunitarie utilizzando le apposite funzioni rese disponibili nei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, direttamente, da parte dei soggetti abilitati a “Entratel” o “Fisconline” o tramite i soggetti incaricati di cui all’art. 3, commi 2-bis e 3, del Dpr. n. 322/98.

Con le stesse modalità può essere comunicata la volontà di retrocedere da tale opzione.

La differenza sostanziale introdotta è che l’Agenzia delle Entrate include i soggetti passivi nella banca-dati già al momento della ricezione dell’opzione, diversamente da quanto precedentemente disposto in cui si dovevano attendere 30 giorni. Anche l’esclusione avviene immediatamente al ricevimento della comunicazione di recesso da tale opzione.

L’inclusione alla banca-dati Vies corrisponde a controlli formali, da parte dell’Agenzia, sulla regolare presentazione degli elenchi riepilogativi.

L’ultima disposizione del Provvedimento in commento riguarda l’esclusione dalla banca-dati dei soggetti passivi che risultano non aver presentato alcun elenco riepilogativo per 4 trimestri consecutivi, successivamente all’entrata in vigore del Dlgs. n. 175/14.


Tags assigned to this article:
operazioni intracomunitarievies

Related Articles

Enti Locali in dissesto e fondi vincolati

Nella Delibera n. 81 del 3 agosto 2020 della Corte dei conti Puglia, viene chiesto un parere in materia di

“Decreto Sviluppo”: in G.U. il Dl. n. 91/14 finalizzato al rilancio e allo sviluppo delle imprese, con alcune norme di interesse per gli Enti Locali

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 144 del 24 giugno 2014 il Dl. 24 giugno 2014, n. 91, rubricato “Disposizioni

Polizze fidejussorie: istituito Tavolo tecnico tra Anac, Banca d’Italia, Ivass e Agcm

Con il Comunicato-stampa 16 febbraio 2016, l’Anac ha reso noto di aver costituito, assieme a  Banca d’Italia, Istituto per la