Parcheggi: non sempre il Comune è in difetto se vicino alle strisce blu non ci sono aree di sosta gratuite  

Parcheggi: non sempre il Comune è in difetto se vicino alle strisce blu non ci sono aree di sosta gratuite   

La Corte di Cassazione con l’Ordinanza n. 24939 del 24 novembre 2014 ha precisato che non sempre il Comune è in difetto se vicino alle zone blu non ha attivato aree di sosta senza limitazioni. In particolare la Suprema Corte ha osservato che gli artt. 7 e 8 del “Codice della strada” prevedono 3 eccezioni importanti alla generale regola dei parcheggi liberi vicino a quelli a pagamento, contrassegnati da strisce blu. Infatti, oltre alle zone pedonali, alle zone a traffico limitato e ai centri storici di particolare pregio, è possibile per i Comuni derogare al criterio generale sopra citato anche in altre zone di cosiddetta rilevanza urbanistica, nelle quali sussistano esigenze e condizioni particolari di traffico, purché l’Amministrazione motivi adeguatamente la sua Determinazione.


Tags assigned to this article:
parcheggistrisce blu

Related Articles

Patto di stabilità interno 2014: emanato il Dm. sulla certificazione del rispetto degli obiettivi

E’ stato pubblicato il 16 marzo 2015 sul sito internet della Ragioneria generale dello Stato il testo del Dm. Mef

Rendiconto 2014: approvati i Modelli di certificazione per gli Enti Locali

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 88 del 16 aprile 2015 il Decreto 8 aprile 2015, recante “Approvazione dei Modelli

“Irpef”: sono esenti i contributi per consentire ai minori di famiglie bisognose la pratica sportiva

In merito al quesito posto con Interpello n. 904-316/2016 – “In seguito dell’iniziativa ‘Dote Sport’ promossa dalla Legge regionale n.