Partecipazione pubblica: rapporti creditori e debitori intercorrenti fra Enti Locali e Società partecipate o altri Enti strumentali

Partecipazione pubblica: rapporti creditori e debitori intercorrenti fra Enti Locali e Società partecipate o altri Enti strumentali

Nella Delibera n. 426 del 16 novembre 2015 della Corte dei conti Lombardia la Sezione, considerata l’esigenza di un’interpretazione uniforme della normativa imponente l’obbligo di allegare al rendiconto degli Enti Locali un prospetto attestante l’attendibilità dei rapporti debitori e creditori intercorrenti con le Società partecipate e gli enti strumentali, sospende la Pronuncia sul rendiconto consuntivo dell’esercizio 2013 di un Comune lombardo e sottopone al Presidente della Corte dei conti l’opportunità di rimettere alla Sezione delle Autonomie la seguente questione di massima: “se la nota informativa attestante i rapporti creditori e debitori intercorrenti fra Enti Locali e Società partecipate o altri enti strumentali, imposta, fino al 2014, dall’art. 6, comma 4, del Dl. n. 95/12, convertito dalla Legge n. 135/12 e, dal 2015, dall’art. 11, comma 6, lett. g), del Dlgs. n. 118/11, debba essere asseverata dal solo Organo di revisione dell’Ente Locale socio o anche dall’Organo di revisione (Collegio sindacale o Revisore contabile) della Società partecipata ovvero, in assenza di quest’ultimo, da altro competente Organo, preventivamente individuato dall’Ente Locale socio, della Società o dell’Ente strumentale”.

Corte dei conti Lombardia – Delibera n. 426 del 16 novembre 2015


Related Articles

Immigrazione: Anci, “Comuni stanno rispondendo a ‘Piano nazionale ripartizione migranti’ con graduale incremento posti ‘Sprar’”

“A distanza di soli 5 mesi dal concreto avvio del ‘Piano di ripartizione nazionale dei richiedenti asilo e rifugiati’, abbiamo

Immobili di proprietà di Istituti ecclesiastici: sono esenti Ici se destinati ad attività sanitarie svolte in maniera non commerciale

Nell’Ordinanza n. 20417 del 25 agosto 2017 della Corte di Cassazione, una contribuente aveva proposto ricorso avverso un avviso di

Trasmissione telematica dei corrispettivi: termine per l’adeguamento dei Registratori telematici nuovamente prorogato al 1° gennaio 2022

Con il Provvedimento 7 settembre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha nuovamente prorogato al 1° gennaio 2022 il termine per adeguare