Patto di stabilità 2015: emanato il Decreto Mef sul monitoraggio semestrale

Patto di stabilità 2015: emanato il Decreto Mef sul monitoraggio semestrale

 

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 158 del 10 luglio 2015 il Decreto 26 giugno 2015 del Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, concernente il monitoraggio semestrale del Patto di stabilità interno per il 2015, ai sensi dell’art. 31, comma 19, dalla Legge n. 183/11 – “Legge di stabilità 2012”.

Le Province e i Comuni con popolazione superiore a 1.000 abitanti devono trasmettere semestralmente al Mef – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, entro il 10 agosto 2015, utilizzando l’applicazione appositamente prevista per il Patto di stabilità interno nel sito http://pattostabilitainterno.tesoro.it/Patto/, le informazioni riguardanti il monitoraggio semestrale delle risultanze in termini di competenza mista del Patto di stabilità interno per l’anno 2015 e la loro situazione debitoria, attraverso il prospetto e con le modalità definiti con il presente Decreto (art. 321, comma 19, Legge n. 183/11).

Al Decreto è allegato il Prospetto per il monitoraggio semestrale delle risultanze del Patto di stabilità per l’anno 2015, denominato “Modello Monit/15”.

Dm. 26 giugno 2015


Related Articles

Fatturazione elettronica: il Garante Privacy boccia lo Schema di provvedimento delle Entrate, “troppi i dati personali contenuti nei file”

“La previsione della memorizzazione e dell’utilizzazione, senza distinzione alcuna, dell’insieme dei dati personali contenuti nei file delle fatture elettroniche, anche

Organo di revisione Enti Locali: scatta la proroga al 15 maggio 2020 per gli incarichi in scadenza

Gli Organi di revisione contabile degli Enti locali in scadenza, per i quali l’Amministrazione non abbia potuto provvedere al rinnovo

“Fondo di solidarietà comunale 2017”: predisposto il pagamento di una ulteriore “tranche”, pari al 97% della spettanza annuale

Con il Comunicato 27 ottobre 2017, il Ministero dell’Interno-Direzione centrale della Finanza locale ha reso noto che il 25 ottobre