Perdite Organismi partecipati: la relazione con la contrazione degli spazi di spesa disponibili per gli Enti proprietari

Perdite Organismi partecipati: la relazione con la contrazione degli spazi di spesa disponibili per gli Enti proprietari

Nella Delibera n. 63 del 15 giugno 2020 della Corte dei conti Piemonte, la Sezione chiarisce che se un Organismo partecipato presenta un risultato di esercizio negativo che non viene subito ripianato, l’Ente Locale partecipante è tenuto ad accantonare, in misura proporzionale alla quota di partecipazione, l’importo corrispondente in apposito Fondo vincolato del bilancio di previsione dell’anno successivo (art. 21 del Dlgs. n. 175/2016).

La relazione diretta che si instaura tra le perdite registrate dagli Organismi partecipati e la conseguenziale contrazione degli spazi di spesa effettiva disponibili per gli Enti proprietari a preventivo, ha l’obiettivo di una maggiore responsabilizzazione degli Enti Locali nel perseguimento della sana gestione degli organismi partecipati. Tuttavia, nonostante la previsione degli accantonamenti di cui sopra, il “soccorso finanziario” nei confronti degli Organismi partecipati è da considerare precluso, allorché si versi nella condizione di reiterate perdite di esercizio, e di cui all’art. 6, comma 19, del Dl. n. 78/2010, convertito dalla Legge n. 122/2010, con disposizione confermata dall’art. 14, comma 5, del Dlgs. n. 175/2016. Per le Società partecipate che gestiscono servizi di pubblico interesse in caso di crisi d’impresa è necessario predisporre un piano di risanamento, approvato dall’Autorità di regolazione di settore comunicato alla Corte dei conti ai sensi dell’art 14, comma 5, del Dlgs. n. 175/2016, che contempli il raggiungimento dell’equilibrio finanziario entro 3 anni.


Related Articles

Protezione civile: in G.U. la Legge-delega che getta le basi per il riordino

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 66 del 20 marzo 2017, la Legge 16 marzo 2017, n. 30, recante “Delega

Digitalizzazione P.A.: come si traduce dal punto di vista tecnico il nuovo art. 47 del “Cad”?

Il testo del quesito: “Nell’ultima revisione del ‘Cad’ è stato aggiunto all’art. 47 il seguente periodo: ‘Il documento può essere,

Nuove “Linee-guida Agid” sui documenti digitali: impatti sull’Ente

Il 7 giugno 2021 entreranno in vigore le nuove “Linee-guida Agid” sulla formazione, gestione e conservazione dei documenti amministrativi informatici.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.