“Piano 0-6 per quinquennio 2021-2025”:Decaro sollecita i Ministri Bianchi e Franco per lo sblocco dei fondi 

<a><em>“Piano 0-6 per quinquennio 2021-2025”</em>:Decaro sollecita i Ministri Bianchi e Franco per lo sblocco dei fondi</a> 

Sul tema dell’Istruzione, in data 21 febbraio 2022 è intervenuto il Presidente di Anci e Sindaco di Bari, Antonio Decaro, affinché siano sbloccate le risorse finanziarie per realizzare il “Piano nazionale pluriennale per il Sistema integrato di Istruzione e Educazione dalla nascita a 6 anni per il quinquennio 2O21/2O25”, approvato ma in attesa di registrazione della Corte dei conti e per i quali sono giunti numerosi solleciti dai Comuni. La richiesta è stata inviata tramite una missiva ai Ministri dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e dell’Economia, Daniele Franco, oltre che al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Roberto Garofoli.

Il Presidente di Anci ha rammentato che la sollecitazione è dovuta al fatto che, solo a seguito di tale registrazione da parte della Corte dei conti, il Ministero dell’Istruzione potrà adottare i Decreti di riparto, in conformità alla Intese raggiunte in Conferenza Unificata nel mese di settembre, per poi finalmente procedere, dopo i visti degli organi di controllo, con l’erogazione, delle somme relative alle annualità 2021, prima e seconda tranche, e annualità 2022 in favore dei Comuni individuati attraverso le programmazioni regionali.

La questione scaturisce per la natura della nuova procedura di erogazione che prevederebbe“l’introduzione della Programmazione regionale pluriennale, che avrebbe dovuto evitare i forti ritardi degli anni precedenti e consentire il rispetto delle tempistiche nell’erogazione delle risorse ai Comuni, che tuttavia, nonostante il complesso lavoro di concertazione tra Comuni, Regioni e Ministero per semplificare e velocizzare, l’iter necessario è ancora eccessivamente lungo per giungere alla erogazione delle risorse e quindi per poter garantire le azioni sul territorio con efficacia ed efficienza”.


Related Articles

Appalto di Servizi postali: avviata una consultazione on line per l’aggiornamento delle Linee-guida Anac

A seguito della piena liberalizzazione del Settore postale (con l’abrogazione dell’art. 4 del Dlgs. n. 261/1999) e dell’entrata in vigore

Bilancio di previsione 2018: ulteriori indicazioni della Ragioneria generale dello Stato per Enti e Organismi pubblici

La Ragioneria generale dello Stato, con la Circolare n. 14 del 23 marzo 2018, ha fornito ulteriori indicazioni rispetto alla

Scioglimento di una Società mista quando non persegue finalità istituzionali

Nella Sentenza n. 5193 del 9 dicembre 2016 del Consiglio di Stato, la questione controversa inizia con la Delibera consiliare

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.