Processo tributario: il ricorrente deve produrre avviso di ricevimento del piego raccomandato contenente la copia del ricorso

Processo tributario: il ricorrente deve produrre avviso di ricevimento del piego raccomandato contenente la copia del ricorso

Nell’Ordinanza n. 6918 del 17 marzo 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che, ai fini della dimostrazione dell’avvenuta notifica del ricorso per Cassazione, se avvenuta a mezzo del Servizio postale, il ricorrente ha l’onere, a pena di inammissibilità del ricorso, di produrre, non oltre l’udienza di discussione, l’avviso di ricevimento del piego raccomandato contenente la copia del ricorso, ovvero l’avviso di ricevimento della raccomandata con la quale l’ufficiale giudiziario dà notizia al destinatario dell’avvenuto compimento delle formalità di cui all’art. 140 del Cpc.. Il deposito del suddetto avviso non può essere surrogato dal deposito dalla stampa di una pagina del servizio on line dell’amministrazione postale, la quale attesti l’avvenuta consegna della raccomandata, poiché solo il timbro postale fa fede ai fini della regolarità della notificazione. In sostanza, solo con l’avviso di ricevimento può essere provata la notifica per posta.

 


Related Articles

Iva: la Corte di Cassazione conferma la non rilevanza della Tarsu e della Tia

Corte di Cassazione – Terza Sezione civile – Ordinanza n. 5627 del 24 gennaio 2017   Confermata la non assoggettabilità

Edificabilità di un’area: dipende dalla qualificazione attribuita dal “Piano regolatore generale”, anche se non approvato dalla Regione

Nella Sentenza n. 16461 del 4 luglio 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda alcuni avvisi di accertamento

Oneri derivanti dall’erogazione degli incentivi per funzioni tecniche

Nella Delibera n. 19 del 27 marzo 2018 della Corte dei conti Toscana, un Sindaco ha chiesto un parere riguardante