Processo tributario: il ricorrente deve produrre avviso di ricevimento del piego raccomandato contenente la copia del ricorso

Processo tributario: il ricorrente deve produrre avviso di ricevimento del piego raccomandato contenente la copia del ricorso

Nell’Ordinanza n. 6918 del 17 marzo 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che, ai fini della dimostrazione dell’avvenuta notifica del ricorso per Cassazione, se avvenuta a mezzo del Servizio postale, il ricorrente ha l’onere, a pena di inammissibilità del ricorso, di produrre, non oltre l’udienza di discussione, l’avviso di ricevimento del piego raccomandato contenente la copia del ricorso, ovvero l’avviso di ricevimento della raccomandata con la quale l’ufficiale giudiziario dà notizia al destinatario dell’avvenuto compimento delle formalità di cui all’art. 140 del Cpc.. Il deposito del suddetto avviso non può essere surrogato dal deposito dalla stampa di una pagina del servizio on line dell’amministrazione postale, la quale attesti l’avvenuta consegna della raccomandata, poiché solo il timbro postale fa fede ai fini della regolarità della notificazione. In sostanza, solo con l’avviso di ricevimento può essere provata la notifica per posta.

 


Related Articles

Competenza delle Commissioni tributarie provinciali: controversie contro i Concessionari del “Servizio di riscossione”

Nella Sentenza n. 44 del 3 marzo 2016 della Corte Costituzionale, con 2 Ordinanze di identico contenuto, una Ctp ha

“Soccorso istruttorio”: attivabile in caso di omessa dichiarazione dei reati ostativi

Nella Sentenza n. 2242 del 5 aprile 2019 del Consiglio di Stato, i Giudici chiariscono che l’omessa presentazione in gara

Iva: aliquota agevolata del 10% sugli Interventi che, al di là dell’aspetto formale, sostanzialmente ricadono nel risanamento conservativo

Corte di Cassazione – Ordinanza 23 luglio 2021, n. 21162 L’Agenzia delle Entrate aveva notificato ad una Società un avviso